• Articolo New York, 13 aprile 2012
  • Presentati ieri i dati del report annuale dell’Awea “Wind power bringing innovation, manufacturing back to American industry”

    USA: eolico “in volata” nel 2011-12

  • Nel Paese l’eolico ha fatto registrare una potenza complessiva di 46.916 MW e oltre 75.000 persone impiegate nell’industria degli aerogeneratori

(Rinnovabili.it) – Eolico in volata negli USA: con una potenza complessiva delle correnti d’aria pari a 46.916 MW e oltre 75.000 persone impiegate nell’industria degli aerogeneratori (di cui 30.000 solo nel settore manifatturiero), gli Stati Uniti hanno avuto, tra il 2011 e il 2012, un periodo ricco di investimenti e nuove occupazioni nel settore. Basti pensare che le aziende produttrici di turbine eoliche sono passate, dal 2005 ad oggi, da 5 a 23, insieme ad un incremento della capacità eolica installata al 2011 a 6.816 MW (+31% sul 2010).

Un sistema che ha potuto reggere anche grazie ai cospicui incentivi del programma annuale Production Tax Credit (Ptc), come dichiarato ieri dalla stessa Denise Bode, amministratore delegato della American Wind Energy Association’s (Awea) che, durante la presentazione del report annuale “Wind power bringing innovation, manufacturing back to American industry” ha manifestato il suo apprezzamento per gli incentivi fiscali legati al settore eolico che “funzionano e hanno prodotto nell’ultimo quinquennio investimenti privati per 20 miliardi di dollari l’anno e la creazione di decine di migliaia di posti di lavoro”. La Bode lancia però l’allarme sull’incertezza legata al rinnovo della Ptc, la cui scadenza è prevista per fine anno e che rischia di frenare molti investimenti previsti per il 2013 (entro l’anno risultano in costruzione negli Usa parchi eolici per 8.300 MW).