• Articolo Washington, 25 febbraio 2013
  • I dati sono stati rilasciati dall'AWEA

    Usa: il 2012 ha visto il boom dell’eolico

  • Il 2012 è stato per gli Stati Uniti l’anno dell’eolico. In testa alla classifica, il Texas per aver istallato il maggior numero di Megawatt

(Rinnovabili.it) – Gli Stati Uniti hanno chiuso il 2012 con ottimi risultati decretandolo il migliore anno nella storia dell’eolico nazionale. In circa 365 giorni la nazione ha aggiunto al proprio parco eolico circa 13 nuovi GW di potenza istallata, con 8,3 GW istallati solo negli ultimi 4 mesi del 2012. Questi sono solo alcuni dei dati che la American Association of Wind Energy (AWEA) ha rilasciato e che corrispondono a quanto dichiarato dal Global Wind Energy Council (GWEC).

 

Ad aver istallato la potenza maggiore nel corso dell’ultimo trimestre del 2012 il Texas, in testa alla classifica con 1,289 GW seguito dalla California, Kansas, Oklahoma e Iowa. Se si calcola quanto istallato durante tutto l’anno i quattro stati hanno istallato rispettivamente Texas (1.826 MW), California (1.656 MW), Kansas (1.440 MW) y Oklahoma (1.127 MW).

 

In media la potenza delle nuove turbine istallate durante lo scorso anno è di 1,92 MW per un totale di 4.414 rotori. Seguendo i dati AWEA durante l’ultimo semestre del 2012 sono state istallate componenti di 16 differenti produttori con potenze comprese tra 750 kW e 3,6 MW mentre per l’intero anno i dati fanno riferimento a 25 diversi produttori di turbine.

In questo modo il vento è stata la fonte che più delle altre ha aggiunto energia al mix nazionale rappresentando il 42% della potenza istallata, riferendo che i dati positivi non si riferiscono esclusivamente all’eolico perché ad avere un trend positivo sono state tutte le fonti energetiche rinnovabili.

 

Grazie all’eolico si riesce a generare negli Stati Uniti l’energia sufficiente a soddisfare i bisogni quotidiane di almeno 14,7 milioni di famiglie che riesce ad impedire l’utilizzo di 320 milioni di barili di petrolio e l’emissione di 95,9 milioni di tonnellate di CO2.