• Articolo Londra, 29 febbraio 2012
  • Un sapiente mix di fisica e tecnologia aerospaziale

    Wind Harvester, e l’eolico si trasforma

  • Da un inventore inglese lo strumento capace di sfruttare i movimenti orizzontali generati dal vento, producendo elettricità sia a velocità elevate che a quelle quasi impercettibili

(Rinnovabili.it) – L’eolico cambia ancora una volta volto scegliendo un design dalle ridotte dimensioni e dalla versatilità d’utilizzo.  A disegnare la nuova mini turbina è stato Heath Evdemon, inventore e fondatore della Wind Power Innovations, che con il supporto della Nottingham Trent University ha studiato una struttura in grado di coniugare efficienza, silenziosità e minimo ingombro. Nasce così Wind Harvester, aerogeneratore in grado di sfruttare i movimenti orizzontali delle correnti, ed un’ampia gamma di velocità del vento.

Il dispositivo che nell’aspetto ricorda più un’altalena che qualsiasi design di aerogeneratore messo a punto fin’ora, basa il suo funzionamento su un movimento alternativo utilizzando aerodinamiche orizzontali simili a quelli sfruttate dagli aerei. A differenza dei modelli più familiari di turbine eoliche, in cui la punta della pala si muove ad una velocità differente rispetto ad un punto più centrale, tutti i punti sui profili del Wind Harvester si muovono alla stessa velocità. Questo fa si, spiega l’inventore, che l’unità sia in grado di produrre energia elettrica a basse velocità, continuando fino a quei valori di vento che possono provocare in altri sistemi l’interruzione del funzionamento per evitare danni.

Spiega lo stesso Evdemon: “Ho avuto l’idea sei anni fa, ma l’ho lasciata nel cassetto fino a quando ho incontrato la squadra Future Factory (progetto di design sostenibile dell’Università) e ho capito che sarebbe potuta divenire realtà. Il loro entusiasmo e supporto è stato incalcolabile”. Il sistema è scalabile con pale che vanno da 1 fino a circa 15 metri ed i suoi componenti possono essere suddivisi in tanti piccoli pezzi per facilità di installazione senza bisogno di macchinari pesanti. Attualmente Wind Harvester è ancora solo un prototipo e nulla si sa in merito ad una possibile data di messa in commercio. “Ora siamo alla ricerca di potenziali siti all’interno del Peak District National Park e poi ci dedicheremo alla fase industriale, ma si tratta di un prodotto che potrebbe un giorno essere esteso ad aziende che lavorano per diventare carbon neutral e ai proprietari di casa in cerca di una fonte economica e sostenibile d’energia”.