• Articolo Roma, 21 aprile 2013
  • 9REN connette il suo primo impianto in Israele da 500 kW

  • Il sistema, situato sul tetto di un allevamento di bovini nel Kibbutz Hafetz Haim, nel centro di Israele, ha una potenza di 500 kW

È entrato in funzione il primo impianto realizzato in Israele da 9REN Group. Il sistema, situato sul tetto di un allevamento di bovini nel Kibbutz Hafetz Haim, nel centro di Israele, ha una potenza di 500 kW e produrrà annualmente oltre 810 Megawattora (MW/h).

L’impianto è stato realizzato da 9REN per conto della società Sunshine Renewable Energy, controllata da FK Generators Group. Il principale contractor a livello locale è Inbar Solar. L’energia prodotta viene venduta alla compagnia energetica israeliana, la Israeli Electricity Company (IEC). L’impianto sfrutta una delle prime tariffe incentivanti varate dal Governo di Israele. Il sistema fotovoltaico è stato realizzato con 2.127 pannelli fotovoltaici Trina Solar (modello TSM-235PC05) e 39 inverter targati Power-One da 12,5 kW (modello Aurora PVI-12.5-OUTD).

9REN, dopo la realizzazione del progetto, ha vinto anche il contratto per la manutenzione e gestione (O&M) dell’impianto per i prossimi dieci anni. Grazie all’esperienza acquisita nelle attività O&M su oltre 570 impianti fotovoltaici per conto terzi, oggi la società vanta un alto livello nella gestione e manutenzione monitorando in continuo gli impianti con appositi sistemi brevettati, come EOSystem e RENallert utilizzati per massimizzare la produttività dell’impianto.

Dopo la decennale esperienza acquisita tra Italia e Spagna con oltre 200 MW di impianti realizzati, 9REN guarda ora a nuovi mercati dove esportare il suo know-how e Israele rappresenta una delle aree più interessanti. “L’impianto delKibbutz Hafetz Haim è il primo passo in un mercato di grande interesse per 9REN e dove possiamo ampliare la nostra attività di realizzazione e gestione di impianti per conto di clienti terzi”, spiega Stefano Granella Ceo di 9REN Group.

In Israele 9REN ha infatti acquisito altri due contratti come EPC(Engineering, Procurement and Construction) per la realizzazione di due nuovi impianti per un totale di 4 MW che entreranno in funzione nei prossimi mesi.