• Articolo Roma, 25 gennaio 2019
  • Accumulo fotovoltaico, competitivo con il gas delle centrali a ciclo combinato

  • In Marocco e in Giordania il costo dell’energia solare, quando abbinata allo storage, è competitivo con quello delle centrali turbogas a ciclo combinato

Accumulo fotovoltaico

 

Anche la tecnologia termoelettrica più efficiente inizia a perdere colpi di fronte all’accumulo fotovoltaico

(Rinnovabili.it) – L’accumulo fotovoltaico su larga scala si prende la rivincita su una delle tecnologie di produzione elettrica più efficienti al mondo: gli impianti CCGT, acronimo di Combine Cycle Gas Turbine. Succede in Marocco e Giordania dove l’energia solare sta iniziando a dare filo da torcere alle centrali a gas. La notizia arriva dalla nuova ricerca di Wood Mackenzie Power & Renewables, espressamente dedicata alle potenzialità del fotovoltaico con batterie nella regione del MEA (Africa-Medio Oriente). Il documento si focalizza su Giordania, Marocco, Egitto, Sudafrica ed Emirati Arabi Uniti, territori dove il costo dell’elettricità prodotta da impianti solari con accumulo oggi oscilla circa 60 e 100 dollari per MWh.

 

Negli ultimi anni i prezzi dell’energia fotovoltaica sono calati drasticamente ma l’aggiunta di un accumulatore all’impianto riporta inevitabilmente su la cifra di quasi il 126%. Nonostante ciò, si parla già di convenienza. Ed è in particolare in Giordania e Marocco che questa soluzione tecnologica si sta dimostrano all’altezza della competizione fossile, dal momento qui il carburante ha prezzi elevati. “Per i paesi poveri in termini di gas, come Marocco e Giordania, l’accumulo fotovoltaico è guidato dalla necessità di ridurre la dipendenza da costose importazioni”, afferma il rapporto.

 

>>Leggi anche Batteria di flusso solare, il fotovoltaico si fonde con l’accumulo<<

 

Per tutte le altre nazioni, invece, è questione di tempo. Per il Sud Africa, il mercato più costoso tra quelli esaminati, Wood Mackenzie stima che gli LCOE solari passeranno da 41,70 $/MWh a $ 32,90 $/MWh nel 2023. E negli Emirati Arabi Uniti, il mercato più economico quando si tratta di prezzi dell’energia solare, è previsto un calo da 25,70 a 20 $/MWh entro la stessa data.

Queste riduzioni dei costi significano che entro il 2023 gli LCOE dell’accumulo fotovoltaico saranno scesi tra i 40 e i 60 dollari per MWh, battendo i CCGT in tutti i paesi esaminati ad eccezione dell’Egitto. L’accumulo  solare egiziano sarà l’unico a non essere in grado di competere con le centrali a ciclo combinato a causa del basso costo del gas nel Paese, che dovrebbe mantenere un ruolo da esportatore netto tra oggi e il 2023.

 

>>leggi anche Agenzia Entrate: possibile Ecobonus 50% per fotovoltaico con accumulo<<

Un Commento

  1. Antonio Privitera
    Posted gennaio 26, 2019 at 9:08 am

    Potrei essere interessato ma sono diffidente

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *