• Articolo Riad, 30 gennaio 2019
  • Asta solare da 1,5 GW per l’Arabia Saudita

  • La capacità è suddivisa in sette progetti che vanno da 20 MW a 600 MW, per un investimento totale stimato in circa 1,5 miliardi di dollari

arabia saudita solare

 

L’Arabia Saudita punta ad installare 60 GW di rinnovabili entro il 2030

(Rinnovabili.it) – Il maxi progetto solare dell’Arabia Saudita procede a piccoli passi. Il sogno del regno di installare 200 GW di fotovoltaico e CPS era stato bocciato dagli esperti di settore come troppo ambizioso e sconfessato addirittura da alcuni funzionari del governo. Nonostante ciò, perlomeno nelle dichiarazioni ufficiali, Riad non è disposta a ritrattare. Entro la fine del prossimo decennio l’Arabia Saudita vuole diventare un hub globale per le rinnovabili, aumentando vertiginosamente le installazioni – 60 GW da sole e vento entro il 2030 – e coprendo l’intera catena del valore dalla produzione. Cosa c’è di certo? Per ora solo le gare del Programma nazionale per lo sviluppo industriale. L’ufficio per lo sviluppo di progetti rinnovabili del Ministero dell’energia, saudita, ha lanciato ieri un invito a manifestare interesse, entro il 14 febbraio 2019, per il secondo round di aste solari. In gara c’è un contingente di 1,5 GW fotovoltaici. La prima fase è stata l’assegnazione del progetto fv Sakaka da 300 MW, vinto da ACWA Power.

 

La nuova capacità sarà suddivisa in sette progetti che vanno da una taglia di 20 MW fino ad una di 600 MW. Nel dettaglio gli impianti includono: Qurrayat (200 MW), Madinah (50 MW), Rafha (45 MW), Alfaisaliah (600 MW), Rabigh (300 MW), Jeddah (300 MW) e Mahad Duhab (20 MW). “Con una capacità di generazione combinata di 1,51 GW – si legge in una nota stampa del Ministero – i sette progetti appena annunciati forniranno energia sufficiente per alimentare 226.500 famiglie […] l’investimento totale dovrebbe essere di circa 1,51 miliardi di dollari, creando oltre 4.500 posti di lavoro durante le fasi di costruzione e manutenzione”.

 

All’inizio di questo mese, l’Ufficio del ministero ha anche assegnato il parco eolico Dumat Al Jandal a un consorzio guidato da EDF Energies Nouvelles e Abu Dhabi Future Energy Company (Masdar). Il progetto, dal valore di 500 milioni di dollari, sarà il primo parco eolico su scala utility dell’Arabia Saudita (leggi anche Energia eolica: il 1° impianto saudita conferma i record).

Un Commento

  1. francesco vivoli
    Posted febbraio 2, 2019 at 12:03 pm

    In Italia non si parla di Aste solari nonostante le condizioni di irraggiamento delle nostre regioni meridionali siano vicine a quelle della penisola arabica, senza però soffrire di condizioni climatiche non certo adatte al fotovoltaico.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *