• Articolo Canberra, 13 dicembre 2017
  • Il fotovoltaico conquista gli australiani: è boom di piccoli impianti

  • Mentre il governo frena, gli australiani accelerano sull’energia solare. In un solo anno il settore ha installato oltre 1 GW di nuova potenza

fotovoltaico

 

Il fotovoltaico australiano segna un nuovo record ma il futuro è incerto

(Rinnovabili.it) – Il 2017 sarà ricordato in Australia come l’anno del fotovoltaico. In appena 11 mesi la nazione ha installato più di 1 GW di nuova potenza solare, mostrando una velocità di crescita mai toccata prima. Il dato impallidisce se confrontato con la voracità fotovoltaica di Paesi come l’india o la Cina, ma racconta una storia ben più interessante.

 

Il governo Turnbull non ha fatto mistero di essere apertamente contrario al supporto delle fonti rinnovabili. I nuovi indirizzi energetici australiani sono stati disegnati per promuovere carbone e gas, limitando la produzione fotovoltaica ed eolica in base alle singole esigenze statali. Inoltre Canberra è fermamente intenzionata a rimuovere finanziamenti e target dedicati all’energia del sole e del vento a partire dal 2020.

 

>>Leggi anche Energia: l’Australia fa peggio degli USA di Trump nel silenzio generale<<

 

In questo clima abbastanza difficile per gli investitori “verdi”, il solare continua a crescere grazie soprattutto ai piccoli impianti. A confermarlo sono i numeri pubblicati in questi giorni da SunWiz, società di consulenza australiana: il gigawatt fotovoltaico di quest’anno è composto da 893 MW di installazioni sotto i 100 kW di potenza e solo 114 MW sopra i 100 kW.

SunWiz prevede anche che, per la fine dell’anno, i piccoli impianti raggiungano una nuova capacità installata annuale tra 1,05 GW e 1,10 GW.

 

Va sottolineato che gli incentivi per il solare sono ancora disponibili e che il boom di impianti è in linea con la prospettiva di un futuro taglio netto ai sussidi. Ma è anche vero che l’unica volta in cui l’Australia ha raggiunto un GW di crescita annuale è stato nel 2012, quando gli aiuti governativi erano più generosi rispetto al momento attuale. Inoltre uno dei segmenti più in rapido aumento è quello dei tetti solari, il cui picco è arrivato subito dopo l’aumento dei prezzi elettrici nazionali (più 5% nel 2016-17). In questo 2017 è stato commissionato un volume record di moduli fotovoltaici per le coperture commerciali, con 285 MW già installati, superando il precedente record da 228 MW del 2016. Come spiega Miriam Lyons, a capo dell’associazione per la giustizia ambientale GetUp “È chiaro che queste durissime bollette elettriche stanno spingendo le persone a installare un numero maggiore di pannelli solari”.

 

>>Leggi anche Generazione distribuita, l’Australia inaugura il mercato fotovoltaico digitale<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *