• Articolo Swansea, 19 aprile 2012
  • Un progetto pilota da 200mila sterline

    Batterie al litio per immagazzinare l’energia del sole

  • Con la consapevolezza che il mercato dello stoccaggio energetico si sta ingrandendo la S&C dà il via allo stoccaggio dell’energia pv per l’utilizzo notturno

(Rinnovabili.it) – La società specializzata nella realizzazione di smart grid, S&C Electric, ha dichiarato l’intenzione di dare il via ad un progetto pilota che integrerà la tecnologia di stoccaggio energetico ad un impianto fotovoltaico, allo scopo di provvedere alle necessità energetiche delle famiglie nelle ore di buio.

Intervistato da BusinessGreen, Andrew Jones, amministratore delegato della S&C Electric Europe ha specificato che il progetto da 200mila sterline provvederà ad istallare un sistema di batterie agli ioni di litio da 75 kW per la conservazione dell’energia e per il rilascio durante la notte.  “Una casa media ha bisogno di circa 1,5 kW di potenza energetica”, ha spiegato Jones. “Il sistema può anche controllare il modo in cui si riversa l’energia nella rete elettrica”.L’AD ha riconosciuto però che le tecnologie di stoccaggio dell’energia restano ancora troppo care per godere della diffusione generale, ma prevede che i costi scendano presto, come sta accadendo per la vasta gamma di tecnologie di stoccaggio attualmente giunte ad una fase matura di sviluppo.

Tuttavia, Jones ha anche invitato il governo a rafforzare il sostegno al settore, sostenendo che lo stoccaggio di energia non ha ancora goduto del favore della politica e del sostegno mediante sovvenzioni di cui giovano le energie rinnovabili e le altre tecnologie smart grid, come ad esempio i contatori intelligenti. “Una delle sfide per lo stoccaggio di energia è rappresentata dal fatto che ancora non ci sono chiari segnali di mercato per le imprese che investono nella tecnologia e portano in basso i costi”, ha specificato aggiungendo che la Network Storage Association ha recentemente incontrato i funzionari di governo per sottolineare la necessità di maggiore sostegno per il settore. “Ci deve essere un segnale dai politici per mostrare alle imprese di stoccaggio che sul mercato ci sarà spazio per loro se investiranno”.