• Articolo Brasilia, 3 giugno 2019
  • Il Brasile punta sul fotovoltaico per variegare il mix energetico

  • Il Piano decennale per la crescita energetica del Paese sudamericano punta a quadruplicare la capacità degli impianti solari mentre resta stabile la quota dell’idroelettrico

Brasile fotovoltaicoIl fotovoltaico in Brasile dovrebbe toccare quota 8,6 GW entro il 2027

 

(Rinnovabili.it)  – Il Brasile punta al fotovoltaico per variegare la propria produzione di energia rinnovabile: nel Piano decennale per la crescita energetica pubblicato dal Governo sudamericano colpisce il forte impulso da destinare allo sviluppo degli impianti solari, mentre restano stazionari gl’investimenti nel comparto idroelettrico, prima fonte rinnovabile del Paese.

 

Il Brasile resta una delle nazioni con maggiore produzione di energia da impianti idroelettrici (secondo solo alla Cina). Nel 2018, il 70% della generazione elettrica brasiliana è stata garantita dalle centrali idroelettriche, tuttavia, mentre la maggior parte degli stabilimenti si trova all’interno della regione amazzonica (nel Nord del Paese), il grosso della nuova domanda elettrica arriva dalle comunità costiere, in particolare dalle popolose città del sud est.

 

Brasile fonti energia

 

Per sopperire alle carenze dell’idroelettrico, negli ultimi anni, il Brasile ha aumentato i consumi di gas naturale, in larga parte importandolo dal Venezuela, la cui instabilità politica ha portato a rifornimenti discontinui.

 

Allo stesso tempo, il recente e prolungato periodo di siccità che ha colpito l’entroterra brasiliano tra il 2012 e il 2015 ha sollevato diversi dubbi sulla tenuta in futuro di un sistema basato esclusivamente sull’idroelettrico: di qui la scelta di varare un programma di crescita del 3% annuo delle risorse rinnovabili non idriche, fino a raggiungere il 28% del mix energetico nazionale entro il 2027.

 

>>Leggi anche Il Brasile apre alla costruzione di nuove centrali idroelettriche in Amazzonia<<

 

A fare la parte del leone saranno le nuove installazioni di sistemi fotovoltaici che dovrebbero passare dalle attuali 2,5 GW a 8,6 GW nei prossimi 8 anni.

 

Lo scorso anno, l’Agenzia energetica brasiliana contava 49 mila impianti fotovoltaici in tutto il Brasile, di cui il 75% installati su edifici residenziali e 500 MW di generazione distribuita. L’obiettivo per il 2030 è quello di toccare quota 2,7 milioni di unità di consumo su tutto il territorio per una capacità complessiva di 23,5 GW.

 

>>Leggi anche Seicento scienziati all’Ue: difenda ambiente e diritti umani nei negoziati con il Brasile<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *