• Articolo Washington, 7 luglio 2015
  • Dalla Casa Bianca il piano fotovoltaico per i più poveri

  • L’amministrazione Obama è pronta a istallare 300 MW solari sui tetti dell’edilizia convenzionata entro il 2020

Dalla Casa Bianca il piano fotovoltaico per i più poveri

 

(Rinnovabili.it) – La Casa Bianca non molla la presa sull’energia solare. Mentre l’Europa fa un passo indietro sugli incentivi al fotovoltaico e sugli strumenti di sostegno, l’amministrazione Obama procede spedita con nuovi piani e programmi di sviluppo. Come quello presentato oggi a Baltimora,che prevede di “portare il Sole” sui tetti dell’edilizia pubblica sovvenzionata. Presentato dal presidente USA in persona come l’ultimo passo, in ordine cronologico, nella lotta stelle e strisce al cambiamento climatico, il piano prevede di istallare da qui al 2020, ben 300 MW di energia fotovoltaica su tetti e coperture degli edifici di social housing.

 

D’altra parte l’America è in pieno boom di solar roof: elemento in gran parte determinato dal fatto che l’elettricità generata dagli impianti fotovoltaici installati sui tetti è già oggi più conveniente di quella della rete per 21 milioni di cittadini americani. Nonostante ciò, quasi la metà di tutte le famiglie americane sono tagliate fuori da queste istallazioni perché semplici affittuarie o proprietarie di case troppo piccole per alloggiare un impianto fotovoltaico. “Pensiamo che sia importante che tutti abbiano accesso all’energia solare”, spiega Brian Deese, alto consigliere della Casa Bianca. Per raggiungere l’obiettivo dei 300 MW – pari più o meno a 50mila impianti su altrettante abitazioni – i funzionari governativi hanno annunciato che lavoreranno a stretto contatto con le autorità dell’edilizia sociale e le aziende che si occupano di fotovoltaico in 20 stati, al fine di migliorare i pacchetti di finanziamento.

 

Inoltre, AmeriCorps aiuterà formare 200 persone nelle comunità più povere affinché ottengano un posto di lavoro nel settore dell’energia solare. In realtà la capacità da istallare è poco più della metà di quella raggiunta dal mega parco solare nel deserto del Mojave – uno dei primi grandi progetti solari sostenuti da Obama, che è entrato in funzione all’inizio di quest’anno. Tuttavia rappresenta tre volte l’obiettivo iniziale della Casa Bianca per l’edilizia convenzionata.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *