• Articolo Roma, 4 maggio 2015
  • Dal GSE le regole per la corretta gestione delle istallazioni

    Conto Energia: ecco come mantenere gli incentivi per il fv

  • Online il Documento Tecnico di Riferimento per il mantenimento degli incentivi in caso di modifiche agli impianti

serviziGSE(Rinnovabili.it) – Il GSE pubblica il Documento Tecnico di Riferimento per il mantenimento degli incentivi in Conto Energia. Il documento, frutto delle discussioni del gestore con operatori e associazioni di settore è un passo quasi obbligato visto l’evoluzione della normativa riguardante il fotovoltaico in questi ultimi tempi. Durante il periodo di incentivazione, può presentarsi, infatti, l’esigenza di apportare modifiche agli impianti solari come ad esempio il cambio di titolarità o la sostituzione dei componenti d’impianto. Per garantire la corretta gestione in efficienza delle istallazioni rientranti nel Conto Energia, il Documento Tecnico illustra le modalità che gli Operatori sono tenuti a seguire per salvaguardare il diritto agli incentivi, descrivendo modalità e tempistiche di comunicazione delle modifiche apportate agli impianti incentivati.

 

Le regole non introducono prescrizioni che possano compromettere il diritto già acquisito al momento dell’ammissione agli incentivi garantendone la salvaguardia, a fronte del contingente massimo previsto dalla normativa. Inoltre, si legge nella nota stampa del Gestore “al fine di non superare il contingente di 6,7 miliardi di euro l’anno raggiunto il 6 luglio 2013, il DTR definisce un valore limite degli incentivi attribuibili a ciascun impianto che durante il periodo di incentivazione sia interessato da modifiche che comportino un incremento di producibilità, ferma restando la valorizzazione di tutta l’energia elettrica immessa in rete a condizioni di mercato”.

 

Nel dettaglio le modifiche in questione possono essere di carattere:

tecnico-progettuale (es. spostamenti, sostituzioni componenti, variazione della tipologia installativa, della configurazione elettrica, modifica del layout impiantistico, ecc.);

giuridico (es. cambi di titolarità dell’impianto, cambi di proprietà del sito di installazione ecc.);

commerciale (es. cambi di regime commerciale per la valorizzazione dell’energia immessa in rete ecc.);

amministrativo (es. cambi di IBAN del Soggetto Responsabile, rettifiche di dati anagrafici dell’impianto fotovoltaico ecc.).

 

Qualora dalla realizzazione – si legge nel documento – delle predette modifiche dovesse risultare un incremento della producibilità dell’impianto, una diversa classificazione dell’impianto in termini di riconoscimento delle tariffe incentivanti o, infine, la perdita dei requisiti che hanno consentito l’accesso agli incentivi, il GSE ne valuterà l’ammissibilità e i relativi effetti sugli incentivi, adottando i provvedimenti più opportuni in conformità al presente DTR.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *