• Articolo Milano, 8 maggio 2013
  • Dal rapporto “Prospettive di mercato per il fotovoltaico 2013-2017"

    Epia: mercato solare, la leadership dell’Europa volge al termine

  • Con oltre 31 GW di nuova capacità a livello globale, il fotovoltaico ha assistito ad un altro anno di grandi numeri e volumi, ma le dinamiche di mercato si stanno spostando

fotovoltaico(Rinnovabili.it) – Nel 2012 il mondo ha istallato oltre 31 GW di capacità fotovoltaica, all’incirca lo stesso importo da record del 2011. Un dato che conferma una forza intrinseca di questo mercato nonostante oggi sia alle prese  con un processo di consolidamento e una crisi economica . Cosa aspettarsi dunque nei prossimi anni. Ci risponde l’European Photovoltaic Industry Association (EPIA) con il rapporto “Prospettive di mercato per il fotovoltaico 2013-2017″. Il documento, presentato oggi a Milano in occasione di Solarexpo, include sia i dati del 2012, sia le previsioni per i prossimi cinque anni a livello europeo e mondiale. I risultati mostrano chiaramente come la leadership europea stia volgendo al termine.

Nel 2011, l’UE aveva rappresentato oltre il 70% dei nuovi impianti fotovoltaici di tutto il mondo, nel 2012 questo numero si è assetato sul 55% e nel 2013 è quasi certo che la maggior parte di nuova capacità solare sarà istallata al di fuori dei confini comunitari. Ma questo sviluppo avverrà ad un tasso più stabile – e sostenibile –  di quello che ha caratterizzatogli ultimi anni. Andando avanti, le vere forze trainanti saranno paesi come la Cina, gli Stati Uniti, il Giappone e l’India definendo sempre una dimensione globalizzata al mercato.


Gli altri principali risultati del rapporto sono:

 

  • Dopo aver superato la pietra miliare dei 100 GW istallati a livello globale, il fotovoltaico si assesta, dopo idroelettrico ed eolico, la terza più importante fonte di energia rinnovabile in termini di capacità;
  • Nel 2012 sono stati collegati alla rete europea 17,2 GW fotovoltaici rispetto ai 22,4 GW nel 2011;
  • La Germania è stato il primo mercato nel 2012, con 7,6 GW di nuovi impianti collegati, seguita dalla Cina con una stima di 5 GW, e dall’Italia con 3,4 GW. seguono gli Stati Uniti con 3,3 GW, e il Giappone con 2 GW;
  • Per il secondo anno consecutivo, il PV è stato la fonte  di produzione di energia elettricanumero uno come nuove istallazioni in Europa; la tecnologia ora copre il 2,6% della domanda di energia elettrica e del 5,2% della domanda di picco;
  • In uno scenario pessimista o business-as-usual, il mercato europeo potrebbe entro il 2017 superare 123 GW, in uno scenario “politicamente guidato”  i 179 GW.