• Articolo Parigi, 26 ottobre 2015
  • Fotovoltaico: Cina e Giappone guidano la crescita mondiale

  • In almeno 22 paesi, il contributo PV annuo sulla domanda di energia elettrica ha superato la soglia dell’1%, con l’Italia che domina la classifica con il suo 8%

Fotovoltaico: Cina e Giappone guidano la crescita mondiale

 

(Rinnovabili.it) – Dopo anni di rapido sviluppo del mercato fotovoltaico, nel 2014 il settore ha tirato il freno lasciando che a trainare il mercato fossero per lo più i Paesi asiatici. La lenta crescita del solare a cui si è assistito lo scorso anno è tutta merito di due giganti come la Cina e il Giappone: a loro va gran parte dei 40GW di nuova potenza installati (solo tre GW in più rispetto alla performance globale del 2013). A fornire tutti i dati su trend e prestazioni di mercato è la IEA PVPS che nel suo nuovo report rivela che la capacità installata totale ha superato i 177 GW, con ormai più dell’1% della domanda di energia elettrica proveniente dal fotovoltaico. In questo contesto i Paesi asiatici hanno rappresentato il primo mercato regionale per il fotovoltaico per il secondo anno consecutivo, con la Cina (10,6 GW) e il Giappone (9,7 GW) che oggi detengono il 50% di tutti i nuovi impianti.

Contemporaneamente crescono gli USA (6,2 GW), mentre l’Europa (7 GW) sembra allontanarsi sempre di più dai fasti che l’hanno caratterizzata negli scorsi anni.

 

I Feed in tariff – gli schemi d’incentivazione pubblica – rimangono il driver dominante per lo sviluppo del mercato fotovoltaico (59%), tuttavia la quota di nuovi modelli di business, tra cui PPA competitive (accordi a lungo termine per l’acquisto di elettricità) e l’autoconsumo si stanno ritagliando una fetta sempre più grande Nei mercati emergenti, le gare d’appalto per il fotovoltaico su scala utility hanno raggiunto livelli record al di sotto dei 60 dollari per MWh.

Inoltre, il report rivela come in almeno 22 paesi, il contributo annuo PV sulla domanda di energia elettrica abbia superato la soglia dell’1%, con l’Italia che domina la classifica con uno straordinario 8%; ma nel Belpaese ad agosto 2014 il contributo del fotovoltaico è arrivato addirittura al 12% della domanda e in alcune ore di giugno la potenza è stata addirittura  pari a quella dell’intero carico del sistema elettrico nazionale. Seguono della classifica la Grecia (più del 7%) e la Germania (oltre il 6%).

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *