• Articolo Berkeley, 14 febbraio 2013
  • Un sondaggio condotto presso il Lawrence Berkeley National Laboratory

    Fotovoltaico domestico? In Germania conviene più che negli USA

  • Per i tedeschi è più economico installare un impianto solare sul tetto della propria casa grazie ai minori costi di “business process” e a tempi di posa più brevi

Fotovoltaico domestico? In Germania conviene più che negli USA(Rinnovabili.it) – Che la Germania abbia una storia radicata e di successo nel campo fotovoltaico è cosa nota. Non sorprende allora sapere che per gli abitanti della nazione europea è molto più facile istallare un impianto solare sulla propria casa rispetto ad uno statunitense, dal momento che il prezzo dei lavori per i sistemi residenziali è più basso in Germania che non negli Stati uniti. A rivelarlo è un sondaggio condotto presso il Lawrence Berkeley National Laboratory del Dipartimento dell’Energia americano.

 

I dati raccolti dall’indagine – che ha esaminato 41 installatori fotovoltaici tedeschi nel mese di ottobre 2012 confrontando i risultati con una precedente indagine su quelli statunitensi – hanno rivelato che il saldo risulta essere più conveniente per i tedeschi principalmente per effetto di quei costi non associati al modulo in sé e chiamati “business process” o costi leggeri; nel primo caso, infatti, risultano essere addirittura cinque volte inferiori rispetto a quelli registrati negli USA.

 

La causa? Secondo i ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory il prezzo più basso in Germania è il risultato di diversi fattori tra cui il fatto che gli impianti fotovoltaici residenziali tendono ad essere più grandi di quelli realizzati sulle case negli Stati Uniti, il ​​che significa che gli installatori tedeschi possono beneficiare di economie di scala. Altri fattori includono i prezzi inferiori per i componenti hardware, tempi di posa più brevi, e la mancata imposta sulle vendite per gli impianti fotovoltaici residenziali.