• Articolo Nuova Delhi, 17 novembre 2016
  • Fotovoltaico: le ferrovie solari dell’India puntano ai 5 GW

  • L’Indian Railways alza il tiro e pianifica un futuro a base di energia solare ed eolica. A darle una mano sarà l’Organizzazione di sviluppo globale delle Nazioni Unite

Fotovoltaico: le ferrovie solari dell’India puntano ai 5 GW

 

(Rinnovabili.it) – Fotovoltaico sui campi, sui tetti, sulle discariche, sui bacini artificiali e sulle dighe, e ora anche sulle ferrovie: la missione solare” dell’India non lascia nessuna destinazione intentata. Per raggiungere l’obiettivo governativo dei 100 GW di fotovoltaico entro il 2022, anche l’Indian Railways farà la sua parte. L’impresa statale, che trasporta quotidianamente 23 milioni di passeggeri, ha un progetto preciso per lo sviluppo del fotovoltaico: intende istallare, nei prossimi nove anni, cinque gigawatt solari. Per farlo però avrà bisogno di parecchio spazio, comprendendo nella lista delle aree da solarizzare obbligatoriamente anche stazioni e convogli.

 

Nel progetto Indian Railways non è da sola. L’Organizzazione di sviluppo globale delle nazioni Unite (UNDP) ha stretto un accordo di collaborazione con la società ferroviaria per portare avanti la Mission Electrification. La missione porta avanti un doppio target: partecipare da un lato al programma solare nazionale, e dall’altro, ridurre la spesa energetica delle ferrovie indiane. Ogni anno la società spende un quarto del proprio reddito per l’energia ed è responsabile di oltre il 2% dei consumi energetici nazionali, per un totale di 2,6 miliardi di litri di gasolio l’anno.

 

Fotovoltaico: le ferrovie solari dell’India puntano ai 5 GW

 

Le prime mosse in questo senso sono già state compiute: il ministro indiano delle ferrovie, Suresh Prabhuha pubblicato a febbraio di questo anno due bandi, uno per l’istallazione di 50 MW fotovoltaici sui tetti delle stazioni ferroviarie (privilegiando quelle posizionate nelle aree più remote) e un secondo da 100 MW di capacità, da realizzare lungo la pipeline. Parte del progetto sono anche alcuni esperimenti pilota di micro grid solari: gli impianti fotovoltaici realizzati a livello delle stazioni saranno connessi attraverso reti elettriche su piccola scala alle case delle famiglie che abitano in prossimità della ferrovia.

 

Allo stato attuale, la rete ferroviaria indiana sfrutta già 50 megawatt di energia verde, concentrati negli stati del Rajasthan e Gujarat. Ma il Piano – Vision 2020 – prevede di raggiungere almeno un GW di fotovoltaico entro il 2020, coinvolgendo anche il resto del Paese. In questo contesto, l’UNDP ha identificato altri 8.500 punti tra stazioni ed edifici con un “potenziale solare”.

Lo schema Vision 2020 ha tra gli obiettivi anche quello di istallare per la stessa data 200 megawatt di impianti eolici.

Un Commento

  1. cosimo
    Posted novembre 17, 2016 at 4:57 pm

    senza soldi non si canta messa diceva un antico proverbio.. ottima idea usare i tetti che già ci sono come quelli dei treni e delle stazioni ferroviarie ma da qui a mettere i pannelli ci vogliono i soldi. Comunque se l’India per risparmiare promuove il mettere i pannelli su tutti i tetti possibili e immaginabili avrà fatto una cosa intelligente non appesantendo il traffico di energia dato che sotto il tetto c’e’ sempre qualcuno o qualcosa che l’energia prodotta .. la consuma sul posto!!!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *