• Articolo Venezia, 30 ottobre 2012
  • Divieto di istallare impianti in aree agricole e geositi

    Fotovoltaico: il Veneto stabilisce le aree off-limits

  • Giorgetti: “Abbiamo operato le nostre scelte nel rispetto delle linee guida emanate nel 2010 per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili”

(Rinnovabili.it) – Il Veneto ha stilato la lista dei siti in cui, da oggi in poi, sarà espressamente vietato installare un impianto fotovoltaico a terra. Il provvedimento, che dà seguito all’iter avviato lo scorso marzo, è stato approvato ieri dalla Giunta regionale con una deliberazione presentata dall’assessore ai lavori pubblici e all’energia, Massimo Giorgetti, di concerto con i colleghi Zorzato, Manzato e Conte.

 

“Abbiamo operato le nostre scelte – spiega Giorgetti – nel rispetto delle linee guida emanate nel 2010 per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, le quali dispongono che le Regioni possono procedere all’individuazione delle aree non idonee a questo tipo di insediamenti in ragione della loro particolare sensibilità e vulnerabilità alle trasformazioni territoriali e paesaggistiche”. L’iniziativa, spiega l’amministrazione regionale, è stata predisposta, da un lato per offrire un quadro normativo  chiaro agli operatori di settore che non freni o rallenti la realizzazione degli impianti, e dall’altro per garantire la tutela dell’ambiente, della biodiversità e delle risorse del territorio.

 

Nell’elenco delle aree off-limits per il solare rientrano: i siti patrimonio mondiale dell’Unesco e di particolare interesse paesaggistico; le zone umide di importanza internazionale ai sensi della Convenzione di Ramsa e quelle della Rete Natura 2000; i geositi; le aree agricole interessate da produzioni agroalimentari di qualità e quelle a elevata utilizzazione agricola.