• Articolo Madrid, 10 febbraio 2012
  • La produzione giornaliera di ogni albero è sufficiente ad alimentare 20 lampioni a sera

    Fotovoltaico perfettamente integrato grazie a uTree

  • Concepito grazie a un innovativo progetto architettonico, l’albero fotovoltaico conquista le città e può essere installato sui marciapiedi, per strada e persino sui tetti

(Rinnovabili.it) – Una sorta di fotosintesi clorofilliana fotovoltaica che, anziché liberare ossigeno, produce elettricità. Si chiama uTree ed è un albero fotovoltaico che ad oggi rappresenta uno dei progetti più innovativi per la generazione di energia urbana. Nato da un’idea di Xabier Perez de Arenaza, uTree è stato inizialmente immaginato come una moderna installazione urbana, per poi dimostrarsi un prodotto versatile e con enormi potenzialità sul fronte dell’approvvigionamento energetico. Ogni albero fotovoltaico, infatti, è composto da 693 foglie larghe e piatte che, grazie alle 77 celle solari di cui sono dotate, raccolgono l’energia durante il giorno, per poi immetterla in rete oppure accumularla per quando ce n’è bisogno. Sommando la produzione giornaliera di ogni foglia, circa 2,5 W al giorno, si può calcolare quello che ogni albero riesce a produrre quotidianamente: 1.732,5 W, che equivale a 13,86 kWh al giorno e a 5.058 kWh all’anno, sufficienti ad alimentare almeno 20 lampioni ogni sera. Ad ottimizzare la produzione di energia, poi, ci pensa un motore rotante che, facendo ruotare a dovere l’albero fotovoltaico, riesce a garantire alle foglie una perfetta angolazione verso il sole. Innumerevoli le applicazioni possibili: dai semafori, all’illuminazione pubblica, fino ai sistemi di trasporto. Poco ingombrante e con una minima necessità di manutenzione, uTree può essere installato ovunque, sui marciapiedi, lungo le strade, nei parchi e persino sui tetti.