• Articolo Berlino, 13 aprile 2018
  • Germania: Alla prima asta neutra il fotovoltaico straccia l’eolico

  • 32 a 0 per il solare: questo è il risultato della prima gara tedesca tecnologicamente neutra. Offerte medie di 0,0467 euro per kWh

prima asta neutra

 

Il solare domina la prima asta neutra della Germania

(Rinnovabili.it) – Al pari della Spagna, la prima asta neutra della Germania ha fatto scontrare sullo stesso terreno fotovoltaico ed eolico: tecnologie differenti che si contendono, a colpi di offerte al ribasso, lo stesso contingente di potenza. Ma differentemente dalla prima volta iberica, nella gara tedesca è stato il sole a stracciare l’energia del vento. A confermarlo, in una nota stampa, è Jochen Homann, presidente della agenzia federale Bundesnetzagentur. “Solo le offerte per i sistemi solari hanno ricevuto un contratto. Nella competizione, la tecnologia fotovoltaica è stata in grado di offrire il costo più basso”. Va detto che le proposte solari hanno superato di numero quelle eoliche – 36 contro 18 – lasciando fin dall’inizio poco spazio all’energia del vento.

 

Nel complesso la prima asta neutra ha assegnato 32 appalti per lo sviluppo di 210 MW totali. L’offerta media ponderata è stata di 0,0467 euro per kWh, quindi lievemente sopra l’ultima gara solare indetta dalla Germania. Il valore più basso presentato è stato di appena 0,0396 euro per kWh, quello più alto ha raggiunto gli 0,0576 euro al kWh. Tra le offerte vincenti figurano cinque progetti per un totale di 31 MW su aree svantaggiate della Baviera e altre tre, pari a 17 MW nel Baden-Württemberg.

 

>>leggi anche Aste rinnovabili comuni: Francia e Germania condividono l’energia<<

 

Novità dell’asta tedesca, oltre al mix tecnologico, l’introduzione delle aree di espansione della rete di distribuzione, si tratta di distretti tedeschi in cui sono già stati costruiti molti impianti a fer non programmabili in relazione al carico. Per realizzare impianti in questa zone, l’Agenzia ha calcolato dei supplementi da aggiungere automaticamente alle offerte, il cosiddetto componente della rete di distribuzione, una maggiorazione che tiene conto dei costi di integrazione dell’impianto in rete.

La Bundesnetzagentur. Ha anche annunciato che la prossima asta al ribasso per l’energia eolica a terra si terrà   il 1 ° maggio 2018, mentre per il fotovoltaico è stata programmata per il 1 ° giugno 2018.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *