• Articolo Berlino, 3 dicembre 2018
  • Germania: via libera ai nuovi 8 GW di fotovoltaico ed eolico

  • Il Parlamento federale tedesco ha approvato i nuovi piani governativi per aumentare la produzione di energia verde

germania

 

Nuove aste e incentivi ridotti per la Germania del 2021

(Rinnovabii.it) – Semaforo verde per i nuovi obiettivi rinnovabili della Germania. Lo scorso venerdì, la Camera bassa del Bundenstag ha approvato il Piano governativo sulle nuove aste eoliche e fotovoltaiche, frutto dell’accordo raggiunto a inizio novembre dai partiti conservatori della coalizione CDU / CSU con i socialdemocratici SPD. La proposta legislativa, nata dall’intesa, prevede di aumentare di 8 GW la potenza elettrica da fer installata sul territorio nazionale, riducendo nel contempo gli incentivi assegnati.

Nel dettaglio il Piano prevede di mettere all’asta, tra i 2019 e il 2021, nuovi 4 GW di eolico a terra e 4 GW di solare. Per questa seconda tecnologia, i sussidi saranno portati dagli attuali 11,09 centesimi di euro per kWh a 8,9 centesimi di euro.

 

Si legge nell’accordo politico “Il governo federale terrà aste per ottenere 1 GW eolico e uno solare nel 2019, aumentando a 1,4 GW a testa nel 2020 e 1,6 GW nel 2021”. Misura che, secondo Berlino, permetterebbe di ridurre le emissioni di anidride carbonica della Germania di “fino a 10 milioni di tonnellate” entro il 2020.

“La decisione di mantenere 4 GW di capacità eolica onshore aggiuntiva mentre si estende il periodo di gara a tre anziché due anni è un segnale positivo per BWE (l’Associazione tedesca dell’energia eolica)”, ha dichiarato Christoph Zipf, portavoce dell’organizzazione, secondo cui, però, “questo non deve nascondere il fatto che il percorso di espansione per le energie rinnovabili è ancora molto indietro rispetto a quello che sarebbe necessario per attuare la transizione energetica in Germania e rispettare l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici”.

 

>>Leggi anche La Germania inizia a definire il phase out del carbone<<

 

Secondo diversi esperti de settore con gli attuali tassi di espansione, l’obiettivo del 65% di energie rinnovabili nel 2030 previsto dall’accordo di coalizione non potrà essere raggiunto. Ad oggi tuttavia, le nuove aste per eolico onshore e fotovoltaico sono solo una parte del programma tedesco. Berlino ha già annunciato la presentazione futura di un contingente d’asta per l’eolico offshore (senza specificarne le dimensioni) e gare tecnologicamente neutrali per un totale di 1,5 GW con cui testare nuovi meccanismi di determinazione dei prezzi.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *