• Articolo Parigi, 1 giugno 2018
  • In Guyana il più grande impianto di stoccaggio ibrido di rinnovabili al mondo

  • L’impianto della centrale CEOG (Western Guiana Power Plant) si basa sulla soluzione Renewstable® che combina energia solare, fuel cells e tecnologia di produzione dell’drogeno

 

impianto di stoccaggio ibrido

 

L’impianto di stoccaggio ibrido di energia da 140 MWh batte il record delle batterie installate in Australia dalla Tesla dalla capacità di 129 MWh

(Rinnovabili.it) – La società francese HDF (Hydrogène de France) costruirà un progetto di energia 100% rinnovabile con la combinazione di pannelli fotovoltaici da 55 MW e un impianto di stoccaggio di energia di 140 MWh, basato sull’idrogeno e supportato da uno storage secondario sotto forma di batterie. Quella dei 140MWh è una cifra che supera il record della giantesca batteria australiana installata dal produttore francese di energia pulita Neoen SAS e dalla Tesla di Elon Musk. In quel caso si trattava di un sistema di batterie agli ioni di litio, dalla capacità di 129 MWh.

 

La centrale CEOG (Western Guiana Power Plant), la cui costruzione dovrebbe partire già nell’estate 2019 per essere pronta nell’autunno 2020, si basa sulla soluzione Renewstable® per fornire energia 100% rinnovabile durante tutto il giorno, per 7 giorni la settimana. A beneficiarne saranno oltre 10.000 famiglie della Guiana francese che sono interessati da problemi di fornitura energetica.  Il costo del progetto è di 90 milioni di euro che saranno finanziati dalla società, da partner privati e da banche. HDF utilizzerà “elettrolizzatori” che impiegheranno l’energia solare per ottenere idrogeno dall’acqua. Il gas verrà poi immagazzinato in serbatoi e le celle a combustibili lo trasformeranno in energia elettrica quando sarà necessario. I sostenitori delle fuel cell sostengono che possano funzionare più a lungo delle batterie e che, a differenza della benzina o del diesel, emettano solo acqua.

 

L’impianto, fa sapere HDF, fornirà per 20 anni elettricità alla rete elettrica a dei prezzi moderati e sarà installato nel comune di Mana, collegato alla stazione elettrica EDF di Saint-Laurentdu-Maroni. Sarà in grado di fornire ogni giorno 10 MW di energia verde nelle ore di punta e 3 MW durante la notte (50 GWh all’anno). Il servizio fornito sarà uguale a quello degli impianti tradizionali, con la differenza che sarà evitata qualsiasi emissione di gas serra. “Il CEOG è un esempio del nostro concetto di Renewstable®, che segna una pietra miliare nella transizione energetica. Il drammatico calo del prezzo dell’energia solare ed eolica combinato con l’emergere di soluzioni adeguate che supportano lo stoccaggio di massa di energia, rende possibile implementare progetti di questo tipo in un ambiente economico competitivo”, ha detto Damien Havard, CEO HDF Energy. Il progetto CEOG creerà circa 100 posti di lavoro durante la fase di costruzione, di cui 30 saranno permanenti durante i 20 anni di funzionamento dell’impianto.

Un Commento

  1. ritamir
    Posted giugno 1, 2018 at 2:21 pm

    A me sembra la soluzione ottimale.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *