• Articolo Ancona, 13 febbraio 2012
  • PV Cycle cresce

    IBC SOLAR aumenta la quota di moduli pv riciclati

  • IBC SOLAR, oltre a partecipare alla rete di raccolta gestita da PV Cycle, si prenderà cura della gestione di un intero punto di raccolta dove verranno riciclati i moduli a fine vista dell’azienda

(Rinnovabili.it) – IBC SOLAR, azienda operante nel settore fotovoltaico, ha da tempo aderito al programma europeo PV Cycle e gestirà in autonomia un punto di raccolta e di riciclaggio dei propri moduli fotovoltaici giunti a fine vita.

Lo scorso gennaio, infatti, il Parlamento europeo ha proposto una modifica della normativa vigente suggerendo di inserire i dispositivi pv nell’elenco dei RAEE (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche). Un caso unico quello dell’Europa, che inizia a guardare i moduli a fine vita come un rifiuto che ha in sè una serie di materiali da risfruttare e reintegrare nei processi produttivi.

Ma la giovane industria fotovoltaica italiana non deve al momento gestire grandi quantità di moduli inattivi, che inizieranno a pesare sull’industria del riciclo dal 2026 visto che i primi impianti risalgono al 2006 e che la durata media degli impianti è di 20 anni.

Costituito principalmente da vetro, alluminio e silicio ogni modulo appare facilmente riciclabile se trattato con le giuste accortezze, permettendo il reintegro dei materiali nel settore industriale legato al fotovoltaico, ma anche nella catena di produzione di altre componenti.

Grazie alla rete europea che si occupa della gestione dei moduli non più funzionanti conosciuta come PV Cycle circa 70 aziende europee possono gestire i rifiuti avendo garantita l’assistenza necessaria e centri specializzati per la raccolta dei pannelli.