• Articolo Roma, 4 marzo 2013
  • IFI accoglie due nuovi produttori di moduli pv

  • Cremonesi: “Un’industria nazionale coesa per raccogliere dal nuovo Governo un indirizzo chiaro e strategico a supporto del nostro settore e una maggior tutela contro il dumping cinese”

(Rinnovabili.it) Il Comitato IFI, associazione che riunisce l’80% dei produttori nazionali di celle e moduli fotovoltaici, venerdì 1 marzo ha deliberato l’ingresso tra i propri associati di Eosolare e Waris Solar, aziende italiane produttrici di moduli e soluzioni fotovoltaiche.

 

Waris Solar, è un progetto che nasce nel 2009 dall’esperienza di un gruppo internazionale che porta la propria esperienza tecnica e innovativa nel settore delle energie rinnovabili come produttrice di moduli fotovoltaici. Lo sviluppo di Waris Solar è finalizzato alla continua ricerca di soluzioni innovative semplici e applicabili da diffondere tra il pubblico per aumentare la consapevolezza che il futuro e la qualità della vita possono essere migliori grazie alle soluzioni fotovoltaiche. La capacità produttiva dell’azienda situata a Condino (Tn) si attesta a 15 MW.

 

Eosolare, nata nel 2005, in brevissimo tempo si è imposta come azienda leader in Europa per la produzione di soluzioni fotovoltaiche ad alta efficienza. Lo stabilimento produttivo si trova a nella zona industriale di Garaguso Scalo, in provincia di Matera (Basilicata). Eosolare è dotato di due linee produttive, l’ultima inaugurata nel 2011, che consentono di raggiungere una potenza produttiva di 50MW annui.

 

Ermanno Pizzini, Direttore Generale di Waris Solar, in merito all’ingresso della sua azienda nel Comitato IFI dichiara: “Il processo di crescita di Waris ha determinato come passo successivo e ineludibile la richiesta di ingresso nell’Associazione IFI: riteniamo che a questo punto sia ancora più importante per noi produttori fare fronte comune, ‘massa critica’, al fine di difendere un settore sempre più esposto ad attacchi sia esterni che interni, un settore però che al tempo stesso rappresenta il futuro e per il quale siamo convinti che il Sistema-Italia deve continuare a svolgere un ruolo da protagonisti”.

 

Rocco Dimasi, titolare di Eosolare è dello stesso avviso: “Premesso che al Sud fare in impresa è ‘un’impresa’, con la nostra adesione al Comitato IFI ci auguriamo di lavorare con logiche di crescita e sviluppo che vadano oltre gli incentivi e di collaborare con le migliori energie imprenditoriali per contribuire alla reale crescita del Sistema Italia“.

Siamo felici di dare il benvenuto Waris Solar e a Eosolare – commenta Alessandro Cremonesi, Presidente di Comitato IFIl’ingresso di queste due aziende aggiunge ulteriore valore e autorevolezza al Comitato IFI nel percorrere questa fase delicata di cammino dell’industria italiana del fotovoltaico, soprattutto in vista dell’insediamento di un nuovo Governo dal quale ci attendiamo un indirizzo chiaro e strategico per lo sviluppo del settore fotovoltaico e una maggior tutela nella lotta contro il dumping cinese. Le dichiarazioni di Pizzini e Dimasi mi trovano pienamente d’accordo: avere nella nostra Associazione due player come Waris Solar ed Eosolare – conclude Cremonesi offre la possibilità al Comitato IFI di ottenere più valore ed esperienza grazie alla condivisione di principi, filosofia, e impegno nella salvaguardia del Made in Italy”.