• Articolo Madrid, 22 novembre 2011
  • Parte la nuova campagna scientifica della Spagna al Polo

    Il fotovoltaico che illumina l’Antartide

  • La base di ricerca antartica “Gabriel de Castilla”, ricorrerà all’energia solare per alimentare a propria stazione meteorologica

(Rinnovabili.it) – La campagna spagnola antartica 2011-2012 sceglie l’energia del sole. Entro la fine di dicembre una spedizione di moduli fotovoltaici raggiungerà via mare la base militare Gabriel de Castilla, sull’isola di Deception. Inaugurata nel 1988 come rifugio, la stazione oggi svolge attività scientifica di monitoraggio ambientale e meteorologico, cartografia, geomagnetismo, biologia marina. Il materiale fornito dal distributore spagnolo Albesolar sarà utilizzato per la realizzazione di due impianti fotovoltaici finalizzati ad alimentare le apparecchiature di misurazione.

Nel dettaglio a provvedere alle necessità elettriche dell’impianto di monitoraggio saranno semplicemente due moduli Kyocera da 36 celle e con una potenza di 140 Wp, mentre un’altra unità solare a marchio Trina Solar fornirà energia ad una telecamera di sorveglianza. Le condizioni estreme dell’Antartide non sembrano rappresentare un problema per il funzionamento della tecnologia. “Contrariamente a quanto si potrebbe pensare”, spiega Carlos Barroso, commissario per il commercio di Albasolar – le basse temperature, i forti venti e il basso tasso inquinamento dell’ambiente, facilitano l’assorbimento e l’efficienza dell’impianto solare”. Inoltre la stazione, la cui apertura è prevista per questa settimana, sarà attiva solamente durante l’estate australe, tra novembre e marzo. Cinque mesi in cui il sole rimarrà fisso sopra l’orizzonte, permettendo agli impianti di sfruttare tutte le ore della giornata per produrre elettricità. L’acquisto di tale equipaggiamento risponde a una serie di accordi firmati tra il Ministero della Difesa e il Ministero della Scienza e della Tecnologia nella gestione, conservazione, restauro e miglioramento delle risorse ambientali e naturali nelle aree militari.