• Articolo Roma, 21 ottobre 2011
  • La riduzione della dipendenza energetica è un obiettivo strategico

    Il fotovoltaico è vantaggioso per lo Stato e la collettività

  • All’audizione di oggi in Senato, Assosolare ha illustrato i vantaggi derivanti dal sole e gli ingredienti per una futura strategia energetica nazionale

(Rinnovabili.it) – Sostenere in modo deciso lo sviluppo del fotovoltaico in Italia, superando la crisi in cui l’industria versa a causa dell’instabilità normativa. Questo il focus dell’intervento che il Presidente di Assosolare, Gianni Chianetta, accompagnato dal Segretario Generale, Francesca Marchini e da altri rappresentanti dell’associazione, ha fatto durante l’audizione alle Commissioni Ambiente e Industria del Senato. Per l’Associazione, i vantaggi che il fotovoltaico porta all’economia nazionale sono concreti e misurabili: riduzione del costo dell’energia elettrica per i consumatori, costi evitati in termini di emissioni di CO2, minori spese sanitarie, crescita del PIL, aumento dell’occupazione, auto-approvigionamento per l’industria, autonomia energetica, impulso all’innovazione della rete. Per questo, secondo Assosolare, il settore va sviluppato e pensare al futuro significa arrivare alla definizione di una strategia energetica nazionale in cui la riduzione della dipendenza energetica sia un obiettivo centrale. La ricetta proposta mira, infatti, a sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica, a semplificare gli iter amministrativi e a sviluppare le reti, rafforzando i meccanismi di incentivazione dello sviluppo della rete di trasmissione a favore dello sviluppo delle fonti rinnovabili, implementando i meccanismi di gestione per l’integrazione nel dispacciamento della produzione fotovoltaica e promuovendo sviluppi di rete dedicati all’integrazione della generazione distribuita. Altre opportunità da cogliere, che emergono dal documento diffuso in Senato stamani, sono lo sviluppo delle serre fotovoltaiche e la mobilità elettrica.