• Articolo Espoo, 27 luglio 2016
  • Con l’inchiostro fotovoltaico trasformi le foto in celle solari

  • Con il metodo sviluppato dall’Aalto University, qualsiasi testo o immagine può essere trasformato in una cella solare grazie ad una semplice stampante a getto d’inchiostro

Con l'inchiostro fotovoltaico trasformi le foto in celle solari

 

(Rinnovabili.it) – Le celle solari organiche sono fabbricate ormai da tempo a partire da materiali economici con diverse tecniche di stampa. Rispetto alla tradizionale tecnologia a base di silicio o altri semiconduttori inorganici, le celle organiche hanno diversi vantaggi che includono, in primis, una produzione di massa più economica e un’impressionante flessibilità che le rende perfette per l’integrazione in edilizia. La loro efficienza tuttavia non riesce ancora a tenere il passo con i prodotti oggi sul mercato, e la ricerca sta tentando in tutti di modi di alzare le loro prestazioni.

Ma alla Aalto University, ad Espoo in Finlandia, sono voluti andare oltre il tradizionale approccio, concentrato sull’efficienza. “Abbiamo preso l’idea del fotovoltaico stampato per cercare di capire se fosse possibile trasformare i suoi componenti attraverso le macchine a getto di inchiostro direttamente in immagini e testo, usandoli come inchiostri tradizionali”, spiega  Janne Halme, docente presso l’ateneo. La risposta è stata positiva.

 

Secondo il ricercatore Ghufran Hashmi, le celle solari così create sono risultate essere efficienti e durevoli, come il fotovoltaico organico più tradizionale. Quando la luce viene assorbita in un inchiostro ordinario, genera calore. Un inchiostro fotovoltaico, invece trasforma parte di questa energia in elettricità. Più scuro è il colore, più elettricità viene prodotta. Le loro creazioni hanno resistito a più di mille ore di luce continua e allo stress da calore, senza alcun segno di degrado delle prestazioni.

 

Colorante ed elettroliti impiegati sono stati creati ad hoc da un gruppo di ricerca in Svizzera, nell’École Polytechnique Fédérale di Losanna, dove il dottor Hashmi ha lavorato per un breve periodo. “La cosa più difficile era trovare solvente adatto per la tintura e i parametri per ottenere un getto ottimale che desse una precisa ed uniforme qualità di stampa”, aggiunge il collega  Merve Özkan, co-autore della pubblicazione on line su Energy & Environmental Science. Lo sviluppo presenta nuove possibilità di applicazione per il fotovoltaico integrato nell’edilizia ma anche semplicemente nella creazione di prodotti decorati con il solare. “Per esempio, installata su un dispositivo elettrico con una potenza sufficientemente bassa, questo tipo di cella solare potrebbe essere parte integrante del suo design, e allo stesso tempo fornire energia per le sue esigenze”, spiega Halme.

Un Commento

  1. Antonio
    Posted agosto 20, 2016 at 2:47 am

    Quanto costa un kWh prodotto dal grafene??
    Asdfg12345
    Perche mi dice che ho duplicato il commento.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *