• Articolo Nuova Delhi, 22 giugno 2018
  • L’India studia una mega asta solare da 100 GW

  • La mossa fa parte del piano indiano per raggiungere il nuovo obiettivo verde nazionale: 225 GW di energia rinnovabile installati entro il 2022

asta solare

 

Una nuova asta solare per progetti connessi all’Interstate Transmission System

(Rinnovabili.it) – Le ambizioni fotovoltaiche dell‘India non conoscono confini. In diretta concorrenza con la Repubblica Popolare (oggi primo Paese al mondo in campo solare), Nuova Delhi è fermamente intenzionata a spremere al massimo le potenzialità del sole. Tra le idee che si stanno facendo strada a livello governativo c’è anche quella di indire una mega asta solare da 100 GW. Un contingente da capogiro, che verrebbe messo sul piatto in un’unica volta ma con alcune modifiche rispetto alle gare tradizionali: nessun limite temporale, ma obbligo di integrare nei progetti dispositivi di accumulo energetico e nuova capacità manifatturiera.

L’annuncio, come riporta l’agenzia stampa locale Press Trust of India, è stato fatto dal ministro dell’energia RK Singh all’inaugurazione di un nuovo impianto fotovoltaico da 1,5 MW a Nuova Delhi. Per ora le informazioni sono davvero poche: il ministro non ha fornito date né specifiche sulla capacità produttiva, limitandosi a sottolineare che i progetti vincitori della mega asta solare dovranno tutti essere connessi all’Interstate Transmission System (ISTS). Tale sistema permette di vendere l’energia elettrica generata anche in Stati diversi da quelli in cui l’impianto è commissionato. Ed è probabile che anche in questo caso i progetti verranno realizzati su una base di “Build Own Operate (BOO)”, modello in cui un’entità privata riceve una concessione dal settore pubblico o privato o dal governo per finanziare, progettare, costruire, possedere e gestire un impianto solare.

 

La mossa fa parte del piano indiano per raggiungere il nuovo obiettivo verde nazionale: 225 GW di energia rinnovabile installati entro il 2022. Il Governo ha da poco rivisto al rialzo il target – precedentemente fissato a 175 GW – grazie alle ultime accelerazioni del settore. Secondo lo stesso ministro dell’Energia, l’India avrebbe già messo in funzione un totale di 70 GW rinnovabili con altri 12,5 GW in fase di realizzazione e offerte per ulteriori 25,5 GW (Leggi anche Energie rinnovabili, l’India rilancia: 225 GW entro il 2022).

Un Commento

  1. cosimo
    Posted giugno 25, 2018 at 10:29 am

    se ci riescono.. bravi.. anche se immettere la produzione di 100 gw di installato nella non potentissima rete di trasmissione indiana la vedo abbastanza dura.. Io avrei dato incentivi piu’ generosi per coprire tetti industriali e civili di fotovoltaico misurato per erogare incentivi MA AUTOCONSUMATO sul posto. In questo modo avrei massimizzato effetto su occupazione artigianale indiana e non avrei stressato la rete di distribuzione nazionale indiana..

Rispondi a cosimo Cancel reply

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *