• Articolo Roma, 27 luglio 2011
  • Schüco viene considerato ad oggi il fornitore leader nel settore solare dell’impiantistica

    L’agricoltura sceglie il film sottile Schüco

  • L’azienda zootecnica Annonese ha recentemente realizzato il più grande impianto fotovoltaico del comparto primario italiano, grazie a 9152 moduli a film sottile della Schüco, con potenza complessiva pari a 4 MWp

Mai come in questi ultimi anni, il settore primario italiano è riuscito a dimostrare che il rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali può e deve partire anche da un modello di sviluppo delle energie rinnovabili, attraverso cui realizzare nuovi impianti in grado di fornire elettricità e calore in armonia con il patrimonio agricolo e paesaggistico circostante.
Il fotovoltaico in particolare, sembra essere una delle scelte più diffuse nel settore della nuova “agricoltura sostenibile”, grazie al quale le imprese possono sviluppare una strategia energetica sicura sotto il profilo dell’approvvigionamento, degli investimenti, dell’ambiente e dei prodotti agricoli.
E’ questo il caso dell’azienda agricola zootecnica Annonese, che in uno dei suoi allevamenti più estesi d’Europa in provincia di Alessandria (Piemonte), si è affidata all’esperienza e alla tecnologia di Schüco – fornitore leader nel settore solare dell’impiantistica – per realizzare il più grande impianto fotovoltaico del comparto primario italiano.

Grazie alla tecnologia a film sottile della Schüco, 9152 moduli fotovoltaici con una potenza complessiva pari a 4 MWp e una superficie lorda di 132.000 mq, sono andati a ricoprire esclusivamente i tetti dello stabilimento di Annonese permettendo, da un lato, di smaltire l’eternit posto parzialmente a copertura del manto delle falde, mentre dall’altro, di creare una soluzione a “basso impatto” per l’ambiente rurale circostante.
In particolare, i moduli a film sottile della Schüco, serie ‘MPE90AL1’, sono stati divisi in due sezioni: 197,28 kWp in scambio sul posto e 626,40 kWp in cessione totale con ritiro dedicato. La connessione alla rete è di tipo ‘MT’ per entrambe le sezioni, mentre i dispositivi di interfaccia sono di tipo ‘Thytronic’.
Schüco inoltre, ha ideato un tipo di tecnologia a film sottile che, adattandosi alla copertura dell’impianto in lamiera grecata, consente di ottenere prestazioni eccellenti anche con l’orientamento ‘est-ovest’, in modo tale da sfruttare fino al 90% della superficie del tetto.
Un’altra caratteristica dell’impianto, oltre all’applicazione di 15 inverter Schüco per la conversione della corrente_, è quella di essere costantemente monitorato dal sistema ‘Schüco Sunanalyzer Web PR‘ che, attraverso una rete cablata in fibra ottica, provvede a trasmettere in tempo reale i dati di produzione ad un PC dedicato.

Per quanto riguarda la parte relativa alla progettazione e alla realizzazione generale dell’installazione fotovoltaica – affidata all’azienda Zilio Energia srl, Premium Partner di Schüco, con esperienza pluriennale nel campo dell’impiantistica solare – i lavori hanno richiesto circa dieci mesi di tempo, durante i quali sono stati utilizzati 78 km di cavi, 800.000 punti di fissaggio, 6 km di rete dati cablata in fibra ottica e 22.300 moduli, tra fotovoltaico policristallino ed amorfo.
Schüco ad oggi, viene considerata l’azienda di riferimento al livello globale non solo per quanto riguarda le forniture delle più moderne tecnologie per finestre e facciate nonché di soluzioni solari altamente efficienti, ma anche un solido interlocutore per progettisti, operai, installatori di impianti solari, investitori e committenti.
Grazie alle sue competenze, molte aziende sostenibili del settore agricolo nazionale, scelgono di utilizzare le tecnologie Schüco per realizzare impianti fotovoltaici in grado di produrre energia elettrica in modo efficiente e pulito. Il supporto di Schüco quindi, fornisce alle imprese le più svariate soluzioni solari in termini di integrazione e funzionalità: gli impianti fotovoltaici possono essere posizionati, ad esempio, nel tetto di un fienile, in una serra, nei pascoli o in terreni poco redditizi. E’ possibile inoltre installare i moduli su terreni rialzati, permettendo così il pascolo degli animali.
Schüco garantisce attraverso le sue applicazioni, un ritorno di immagine per le aziende ‘green’ del futuro che, dopo aver assunto come parte integrante dei loro processi produttivi e del loro bilancio economico, un nuovo comportamento eco-sostenibile, potranno finalmente godere di un investimento redditizio e durevole.