• Articolo Buenos Aires, 27 aprile 2012
  • Il risveglio dell'industria solare argentina

    L’Argentina pronta a cambiare il suo modello energetico

  • Il presidente Cristina Fernandez inaugura un nuovo impianto fotovoltaico da 20 MW e promette: il Paese cambierà rotta energetica

(Rinnovabili.it) – “E’ arrivato il momento che l’Argentina dia inizio ad una fase di grandezza”, Queste le parole con cui il presidente dell’Argentina Cristina Fernandez de Kirchner ha inaugurato, nella provincia di San Juan, il nuovo impianto fotovoltaico del Paese. La centrale, che nella sua prima fase vanterà una potenza di 5 MW per raggiungere nel tempo i 20 MW, ha segnato per il governo un vero e proprio coming-out.

Il presidente ha infatti colto l’occasione per annunciare di voler promuovere l’industria manifatturiera del solare. “Voglio raccogliere la sfida per l’installazione qui a San Juan di un centro tecnologico per sviluppare moduli solari che sfruttino la grande quantità di quarzo che la provincia vanta”. Il capo dello Stato ha sottolineato che uno degli obiettivi della sua amministrazione è quello di riuscir a “cambiare la matrice energetica dell’Argentina, ottenendo al 2020 il 20% energia pulita”. Per raggiungere questo obiettivo Cristina Fernández ha anche annunciato la firma di un accordo per la costruzione di una diga idroelettrica a Santa Cruz; l’impianto in questione, a regime, permetterà di fare affidamento su una potenza di 1750 MW. “Richiederà un grande investimento, ma una volta finito si tratterà di energia pulita, e alimenterà le famiglie per tutto l’anno”.