• Articolo Washington, 5 ottobre 2011
  • Il finanziamento ammonta a 172 milioni di dollari

    L’elettrificazione rurale del Bangladesh

  • Grazie al sostegno economico della Banca Mondiale, anche le zone più remote del Paese saranno raggiunte dalla rete elettrica

(Rinnovabili.it) – Dopo aver finanziato l’installazione di oltre 300.000 sistemi solari domestici, la mano della Banca Mondiale torna ad aiutare il Bangladesh per continuare all’elettrificazione rurale del Paese, ovvero di tutte quelle zone in cui la rete elettrica non riesce ad arrivare. Lo fa aggiungendo ai 130 milioni di dollari stanziati nel 2009 un ulteriore finanziamento di 172 milioni di dollari al Rural Electrification and Renewable Energy Development (RERED), il progetto che, nell’ottica di migliorare le condizioni in cui vivono le comunità più sperdute, renderà possibile l’installazione di altri 630.000 impianti fotovoltaici domestici. Sono circa 16 milioni le famiglie che ancora non sono raggiunte dalla rete: solo un terzo dei nuclei familiari rurali, infatti, ha accesso all’energia elettrica. L’installazione di impianti solari domestici nelle zone più remote del Paese ha già migliorato la qualità della vita di milioni di persone in Bangladesh e fornito ottime opportunità per lo sviluppo di nuove attività commerciali nei villaggi. È dal 2002 che la Banca Mondiale sostiene il Governo bangladese per implementare il programma di elettrificazione del Paese. Attualmente, grazie anche al supporto di 30 organizzazioni partner, sono in media 40.000, ogni mese, le famiglie che decidono di installare impianti fotovoltaici nelle proprie abitazioni: una quantità ben superiore alle aspettative.