• Articolo Berlino, 9 maggio 2012
  • Il debutto ufficiale all’Intersolar Europe il 14 giugno

    La “doppia faccia” delle celle solari

  • Arrivano dalla Germania le celle fotovoltaiche in grado di funzionare da entrambi i lati e catturare con la superficie posteriore la luce riflessa e diffusa

(Rinnovabili.it) – Sono pronte per il loro debutto ufficiale dal palco dell’Intersolar Europe a Monaco di Baviera, le nuove celle bifacciali bSolar in silicio cristallino. Caratterizzate da una migliorata efficienza di conversione e da un doppio lato foto attivo, rappresentano l’ultima novità partorita dall’industria fotovoltaica tedesca. La società ha progettato il lato posteriore delle celle al fine di raccogliere la luce solare riflessa e diffusa, e aggiungere un piccolo surplus produttivo a quanto ottenuto con la  tradizionale faccia anteriore. I prodotto è stato realizzato con wafer di tipo p senza nulla aggiungere ai normali componenti o processi  produttivi.

Stando ai dati forniti dalla bSolar, le nuove celle vantano una produzione del 10-30% superiore rispetto ai kWp installati nelle applicazioni inclinate standard e fino al 50% negli impianti verticali, prestandosi dunque anche a diverse istallazioni integrate come nel caso di barriere acustiche, tettoie o serre. “Siamo entusiasti di presentare le nostre celle bifacciali capaci di migliorare significativamente i rendimenti finanziari dei progetti solari”, ha commentato Yossi Kofman, CEO di bSolar. “Attualmente stiamo lavorando con i nostri partner commerciali e i nostri clienti per portare questo prodotto all’avanguardia sul mercato”.