• Articolo Trento, 4 novembre 2011
  • L’ass. Pacher visita il nuovo impianto fotovoltaico della Trentino Trasporti

  • Allacciato alla rete elettrica dal 27 ottobre scorso, produrrà annualmente oltre 1.500.000 kWh

Il vice presidente e assessore ai lavori pubblici, ambiente e trasporti della Provincia autonoma di Trento Alberto Pacher si è recato nel pomeriggio presso la sede di Trentino Trasporti dove ha visto il nuovo impianto fotovoltaico, recentemente installato e messo in funzione; è stato infatti allacciato alla rete elettrica il 27 ottobre 2011. Con un’estensione pari circa a quella di quattro campi da calcio, l’impianto produrrà, queste le attese, più o meno la stessa quantità di energia elettrica consumata in un anno da seicento famiglie. L’80 % dell’energia prodotta servirà all’azienda, il resto sarà immesso nella rete. Il vice presidente Pacher e’ stato accompagnato nella visita dal presidente di Trentino Trasporti S.p.A. Ezio Facchin. L’impianto è stato realizzato sulla copertura metallica della rimessa autobus della sede di via Innsbruck a Trento. Il cantiere per realizzare l’opera e’ stato aperto il 17 agosto ed ha impegnato per settanta giorni l’azienda produttrice, la roveretana Far System. “Questa è la strada su cui vogliamo insistere – ha commentato l’assessore Pacher – e in tutta la provincia si stanno diffondendo iniziative come questa. Anche nella prossima finanziaria sono previsti sostegni per questi interventi anche perchè vogliamo arrivare agli obiettivi europei in anticipo rispetto al resto del paese”.

La scheda
Il progetto di Trentino trasporti S.p.A. avviato nell’autunno del 2010 con la progettazione del nuovo impianto fotovoltaico da 1600 KWp sulla copertura metallica della rimessa autobus della sede di via Innsbruck nel Comune di Trento, è arrivato a compimento: l’impianto è stato infatti allacciato alla rete elettrica il 27 ottobre 2011.
Il nuovo impianto, con una superficie pari a quella di circa quattro campi da calcio, 7.000 moduli fotovoltaici in silicio policristallino, circa 10 km di cavi posati e una potenza totale di picco pari a 1.600 kWp, è il secondo più importante realizzato in regione per dimensione.
Vista la particolare conformazione della copertura, l’impianto è stato progettato “a settori”, in grado di sfruttare al massimo l’irraggiamento solare durante le diverse ore della giornata in funzione della esposizione delle diverse falde. La produzione annua attesa, è di oltre 1.500.000 kWh ed è paragonabile all’energia annua consumata da circa 600 famiglie. Circa l’80 % della produzione sarà autoconsumata dalla sede dell’azienda, mentre il restante sarà immesso direttamente in rete.
Grazie alla costruzione di questo impianto Trentino trasporti S.p.A. contribuirà alla riduzione delle emissioni di CO2 per circa 700 tonnellate all’anno.
L’ opera è una delle maggiori di tutta la regione. Il bando di gara è stato pubblicato il 3 marzo 2011, per un importo a base d’asta pari a 5.220.603,49 euro compreso delle forniture, lavori, oneri per la sicurezza e progettazione esecutiva.
L’iter per la valutazione delle offerte si è concluso con l’aggiudicazione definitiva il 07 luglio 2011 alla ditta Far System di Rovereto, che si è aggiudicata la realizzazione dell’opera con oltre il 30% di ribasso sul prezzo a base d’asta. (lr)