• Articolo Pechino, 17 settembre 2012
  • Stanziati quasi 40 mld fino al 2015

    Nuovi investimenti miliardari sul sole cinese

  • Pechino chiede all’Europa di risolvere la controversia sul commercio fotovoltaico attraverso il dialogo e intanto si prepara a rendere il proprio mercato più attraente

 

(Rinnovabili.it) – Gli investimenti cinesi nella produzione di energia solare raggiungeranno i 250 miliardi di yuan (oltre 39 miliardi dollari) all’interno del 12° piano quinquennale 2011-2015. Lo rivela il quotidiano China Daily comunicando quanto contenuto nel programma di sviluppo firmato dalla National Energy Administration lo scorso 12 settembre. Gli ingenti finanziamenti stanziati sono per Pechino la giusta mossa per assicurare nuovo impulso al settore occupazionale, prevedendo l’impiego di circa 500mila nuovi lavoratori nel settore solare. Senza contare che, in un momento così delicato sul piano degli scambi internazionali – vista la guerra commerciale innescatasi l’industria cinese e quelle di Usa ed Ue – il nuovo piano di investimenti potrebbe creare un nuovo appeal per le imprese straniere motivandole ad entrare nel mercato della Repubblica Popolare piuttosto che opporvisi. Il Direttore al Commercio della UE, Jean-Luc Demarty, ha nel frattempo accettato “l’offerta” presentata da Chong Quan, vice rappresentante per i negoziati sul commercio internazionale della Cina, nell’incontro a due svoltosi in questi giorni; l’Unione europea si è detta pronta ad avviare un dialogo costruttivo con la controparte asiatica per risolvere il problema delle indagini anti-dumping. “Ci auguriamo che l’Unione europea esprima un giudizio a tutto tondo, obiettivo ed equo sul caso, e risolvere i problemi attraverso la cooperazione invece di misure restrittive del commercio unilaterale”, ha commentato Chong.