• Articolo Amsterdam, 8 ottobre 2013
  • Photon Energy Operations si aggiudica la manutenzione per 9 MW di inverter Satcon

  • Photon Energy Operations ha siglato un contratto per la manutenzione preventiva di 9MW di inverter centralizzati Satcon, in Italia e in Francia.

997c7c0517(Rinnovabili.it) – Photon Energy Operations, una delle sei divisioni del gruppo internazionale Photon Energy, impegnato nella fornitura di soluzioni per impianti di produzione da fonte solare, ha siglato contratti per un totale di 9 MW per il servizio di manutenzione degli inverter Satcon in Italia e in Francia. Photon Energy Operations fornirà regolarmente controlli preventivi, interventi correttivi, supporto da remoto e formazioni tecniche per staff locali, agevolando così risoluzioni rapide e meno costose. Il servizio di manutenzione sarà curato da un team di esperti, debitamente formato, che ha già operato su circa 130 MW di inverter commissionati in tutta Europa. Grazie a questa formazione, Photon ha sia il know-how che l’accesso ai pezzi di ricambio necessari per essere al servizio di questi critici componenti.

 

“Gli inverter centralizzati sono costosi e la prima cosa da fare, non è sostituirli, ma trovare un service affidabile”, spiega Georg Hotar, CEO del gruppo Photon Energy. “Data l’incertezza che ruota intorno alla manutenzione degli inverter Satcon e alle sue garanzie, siamo lieti di offrire una soluzione di lungo termine che tenga gli inverter in funzione, gli impianti sempre remunerativi e dia agli investitori la giusta serenità che meritano quando pensano ai loro asset”, continua Hotar.

“Se non si effettuano controlli regolari e non si procede con una manutenzione preventiva accurata, anche piccoli danneggiamenti possono causare un effetto domino sugli inverter centralizzati che può, letteralmente, a sua volta farli esplodere”, spiega Pavel Laurinec, Technical Manager Central Inverters, presso Photon Energy Operations. “Anche un piccolissimo problema come un filtro sporco, che non viene pulito accuratamente o cambiato, può provocare ulteriori problemi come un surriscaldamento e, a volte, portare addirittura a piccole esplosioni che mandano fuori uso l’inverter per molti giorni”, aggiunge Laurinec. Gli inverter centralizzati non solo richiedono interventi di riparazione costosi, ma provocano anche lungi periodi di inattività per l’impianto, e quindi significanti perdite economiche.

“Un inverter centralizzato è il cuore dell’impianto. Quello che noi forniamo è assimilabile ad un esercizio fisico che li mantenga in forma e che eviti all’impianto un attacco di cuore improvviso”, dice Laurinec. “Gli inverter Satcon, per la loro manutenzione, richiedono ingegneri formati, preparati a fondo su ogni pezzo di ricambio. Ad esempio, in Europa, ce ne sono otto diversi tipi per ogni singolo componente dell’inverter, ed è assolutamente necessario conoscerne ogni dettaglio per procedere con un ordine ed un’installazione adeguati”, aggiunge Laurinec.

Alla fine del 2012, quando le sedi di Satcon nel centro-Europa hanno chiuso, Photon Energy Operations ha assunto molti suoi dipendenti. Il team ora è infatti composto da figure manageriali ed esperti tecnici responsabili dell’installazione di più di 30 MW di inverter. “Negli ultimi mesi i nostri esperti sono stati frequentemente chiamati per interventi singoli in tutta Europa, questo dimostra come, una volta che Satcon ha chiuso i battenti, i proprietari degli impianti solari sono ancora insicuri su chi possa offrire un servizio di manutenzione adeguato sui loro inverter”, dice Georg Hotar, CEO del gruppo Photon Energy.