• Articolo New York, 3 novembre 2011
  • La tecnologia viene dall’Asia, ma presto diventerà Made in USA

    Se il modulo fotovoltaico ingloba l’inverter…

  • In commercio un innovativo pannello fotovoltaico all’interno del quale è stato incorporato l’inverter, fin’ora un componente ben distinto

(Rinnovabili.it) – …tutti possono usarlo molto più facilmente, continuando a usufruire di alte efficienze. Sembra ancora fantascienza e invece, da oggi, il settore del fotovoltaico potrà avvalersi di un innovativo pannello progettato per contenere al suo interno anche l’inverter: il Plug-N-Play. L’idea è venuta alla Onyx Service and Solutions, la società newyorkese che, nell’ottica di rendere realistico l’inizio di una nuova era per l’energia solare, ha pensato di semplificare le cose unificando la fase di cablaggio e quella di installazione, fin’ora operazioni ben distinte e separate tra loro. In pratica, i moduli sono stati progettati per essere acquistati e immediatamente installati per le proprie esigenze, senza dover eseguire complicate operazioni. Per il Presidente della società, Malcolm Burleson, porre un pannello al sole e collegarlo subito a un computer, un ventilatore o un dispositivo medico rappresenta un vero e proprio punto di svolta. Le batterie sono state progettate per avere un’autonomia di almeno 5 ore; i pannelli possono essere collegati in serie tra loro per ottenere illimitate configurazioni di potenza. La società fa anche sapere che la tecnologia è stata sviluppata in Asia, ma sarà presto prodotta negli Stati Uniti per ottenere, quindi, il marchio Made in USA.