• Articolo Roma, 13 luglio 2012
  • Raggiunti i 6 miliardi di euro sul contatore fotovoltaico

    Quinto Conto Energia, in vigore dal 27 agosto

  • Il GSE ha comunicato all’Aeeg il raggiungimento della tanto temuta soglia del costo cumulato annuo per gli incentivi al fotovoltaico. Parte il conto alla rovescia per il passaggio al nuovo regime

(Rinnovabili.it) – La notizia la stava aspettando tutto il comparto del fotovoltaico, più volte messo in allerta dalle previsioni del Gestore dei Sevizi Elettrici. I 6 miliardi di euro, tetto massimo per il costo cumulato annuo degli incentivi al pv, è stato raggiunto ieri in linea con quanti avevano indicato luglio come il mese “della resa dei conti” . Il contatore fotovoltaico attivo sul sito del GSE ha registrato gli ultimi impianti e decretato così l’avvio del count down che porterà all’attivazione del Quinto Conto Energia.

Il Gestore ha già provveduto a comunicare all’Autorità per l’energia elettrica e il gas l’aggiornamento del costo, che corrisponde a ben 14.300 MW di potenza installata400mila impianti fotovoltaici in esercizio sul territorio italiano. L’Authority ha quindi emesso una delibera (la 292/2012/R/efr) in cui specifica che le nuove modalità di incentivazione, disciplinate dal decreto interministeriale 5 luglio 2012, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, del medesimo, si applicheranno a decorrere dal 27 agosto 2012, ovvero 45 giorni solari dalla data di pubblicazione della deliberazione dell’Autorità.

Lo stesso decreto interministeriale stabilisce poi che il ‘V Conto energia’ in ogni caso non trovi più applicazione decorsi 30 giorni solari dalla data di raggiungimento di un costo indicativo cumulato di 6,7 miliardi di euro l’anno e che la data di raggiungimento di tale valore sia comunicata dall’Autorità, sulla base degli elementi forniti dal GSE.

 

LEGGI I COMMENTI AI DECRETI RINNOVABILI

La magra soddisfazione di ANTER sul V Conto Energia

L’Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili mette sul piatto della bilancia i pro (pochi) e i contro (troppi) del V Conto Energia e del Decreto FER

V Conto Energia: per GIFI-ANIE una “legge punitiva”

Per l’associazione di settore, dalle nuove disposizioni ministeriali si evince la volontà di non voler puntare sul fotovoltaico come motore di sviluppo per il Sistema Paese

Decreti rinnovabili, anche Confagricoltura li boccia

Spiega l’associazione: “Così la green economy non cresce. I nuovi decreti penalizzano gli investimenti delle imprese agricole”

Con il Decreto rinnovabili il termodinamico spicca il volo

L’Associazione Nazionale Energia Solare Termodinamica accoglie con favore le nuove disposizioni che aprono il solare termodinamico a un importante sviluppo di mercato

V Conto Energia: per le Associazioni un duro colpo alle FER

Ignorato il parere delle Regioni e della Associazioni di categoria, bloccato lo sviluppo del settore, allontanata la grid parity da generazione distribuita: questa la diagnosi del mondo associativo sui decreti rinnovabili

Il Quinto Conto Energia è legge

Via libera definitivo ai due decreti ministeriali con la firma dei ministri Passera, Clini e Catania. Tra le modifiche, ampliamento del budget di spesa a 500 mln e innalzamento della soglia per il registro solare