• Articolo Islamabad, 8 settembre 2015
  • Scambio sul posto per il fotovoltaico, anche il Pakistan dice sì

  • La NEPRA ha dato il proprio via libera al Net Metering Regulations, nuove norme per consentire ai consumatori di rivendere l’energia in eccesso

Scambio sul posto per il fotovoltaico, anche il Pakistan dice sì

 

(Rinnovabili.it) – E’ tempo di scambio sul posto anche per il Pakistan. L’Authority energetica nazionale, la NEPRA, ha dato il proprio via libera al Net Metering Regulations, le nuove norme stabilite per consentire ai proprietari di impianti di fotovoltaico o eolico di rivendere l’energia in eccesso alle imprese distributrici. Il nuovo regime, il cui testo è stato redatto nel mese di ottobre 2014 e approvato dal governo a fine gennaio 2015, permetterebbe così ai clienti con un allaccio elettrico trifase, d’ottenere benefici monetari mediante compensazione sulle loro bollette.

 

Per usufruire di questo servizio, il consumatore dovrà presentare una domanda presso l’ufficio locale della società di distribuzione in questione, fornendo tutte le informazioni utili per quanto riguarda il tipo di sistema di generazione di energia elettrica impiegato. Questo sarà seguito da revisione tecnica della richiesta da parte della società di distribuzione e, in caso di accettazione della domanda, il programma prenderà il via ufficialmente. L’utente dovrà pagare una tassa una tantum al NEPRA, che va dai 4,80 dollari per i sistemi tra 20kW e 50kW, e fino a 48 dollari per sistemi con una potenza tra i 100 kW e il MW. Quelli con capacità inferiore a 20 kW saranno esentati.

 

Lo schema delinea anche il processo in base al quale entrambe proprietari di impianti e imprese di distribuzione devono muoversi, definendo una precisa linea temporale per le approvazioni.  Il regime di scambio sul posto segue solo di qualche mese  la decisione del governo di abolire la tassazione del 32,5% fino a ieri imposta sugli impianti solari, in maniera tale da ridurre i costi d’istallazione, così come i dazi applicati sui moduli fotovoltaici stranieri. A ciò si aggiunge anche la recente decisione della Banca di Stato del Pakistan e del Consiglio per lo sviluppo energetico alternativo di iniziare, per la prima volta in assoluto, a finanziare l’istallazione di impianti fotovoltaici domestici. Come spiegato da Fariha Mir, senior manager alla Bank Alfalah, tali finanziamenti, del valore fino a cinque milioni di rupie (circa 50mila dollari), saranno dedicati ai solar roof e verranno formalmente lanciati nel primo trimestre di quest’anno con il nome di “Green Market”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *