• Articolo Roma, 26 luglio 2012
  • Prodotti "made in EU" per accedere al massimo degli incentivi previsti dal Quinto Conto Energia

    Schüco Italia: orientati verso il futuro

  • La pluriennale esperienza di Schüco Italia al servizio degli operatori e dell’ambiente, per superare la crisi del settore ed investire nel futuro green

 

Sono tanti i dubbi sollevati dall’uscita del Quinto Conto Energia, che appare già pesantemente limitato ancora prima di entrare in vigore. I conti non tornano e la paura che il limite massimo di incentivi possa essere raggiunto prima del tempo dilaga tra esperti e professionisti. Schüco Italia è tra le aziende in prima linea in questo settore, attivamente impegnata nella salvaguardia di un mercato di fondamentale importanza per l’economia italiana, ma soprattutto di valore indispensabile per la tutela ambientale.

Nonostante lo scenario complessivamente sfavorevole che si prospetta per il comparto, è lo stesso Direttore Generale di Schüco Italia, l’ing. Roberto Brovazzo, a riportare l’attenzione sugli aspetti positivi del provvedimento, che valorizza i sistemi ad alto contenuto innovativo, nella direzione della sostenibilità ambientale, confermando la validità delle scelte operate già da tempo dall’azienda.

“Siamo già proiettati oltre il V Conto Energia – afferma l’ing. Brovazzo – con una vision e strategie aziendali che puntano al 2020, soglia fissata dall’’Unione Europea per l’ottimizzazione energetica dei nuovi edifici. L’obiettivo che ci poniamo è la diffusione di prodotti e sistemi che vivano indipendentemente dalla tariffa incentivante, una volta raggiunta la grid parity fotovoltaica, assicurando un contributo alla salvaguardia dell’ambiente basato sull’efficienza energetica delle costruzioni”.

La direzione intrapresa è quella di promuovere la diffusione di edifici Energy3, concetto che Schüco stessa ha ideato per comunicare una nuova filosofia progettuale in ambito edilizio. Gli edifici Energy3 sono autonomi dal punto di vista energetico, sono cioè in grado, non solo di risparmiare e di produrre energia, ma anche di fornirne una quantità superiore rispetto al fabbisogno del momento, potendola poi immagazzinare e utilizzare in modi diversi. Tra le soluzioni che consentono di gestire più efficacemente l’energia prodotta all’interno delle proprie mura, il sistema di accumulo di energia da fonte rinnovabile (Energy manager Schüco) e la pensilina fotovoltaica di ombreggiamento per autovetture dotata di colonnina di ricarica per veicoli elettrici (Carport Schüco).

In ambito fotovoltaico l’offerta Schüco comprende anche moduli fotovoltaici, sistemi di montaggio, inverter che si distinguono per l’elevata efficienza e la massima affidabilità. Queste soluzioni inoltre sono “made in EU”, requisito indispensabile per poter accedere al massimo degli incentivi previsti dal Quinto Conto Energia.

Particolarmente interessante dal punto di vista delle agevolazioni fiscali, e per le caratteristiche innovative, il sistema ProSol TF+, modulo a film sottile per finestre e facciate che, integrandosi all’edificio, accede direttamente alle tariffe incentivanti, senza limitazioni di potenza.

Efficienza e design: modulo Schüco ProSol TF +

Nel territorio europeo, gli edifici sono responsabili del 40% del consumo totale di energia e generano l’equivalente volume di emissioni di CO2. Per questo è particolarmente importante agire già in fase di progettazione delle nuove costruzioni, o di restauro ponderato di quelle esistenti, avendo come obiettivi prioritari la salvaguardia dell’ambiente e la qualità della vita delle persone.

La nuova generazione dei sistemi Schüco ProSol TF+ a film sottile risponde perfettamente a questi scopi, migliorando notevolmente il bilancio energetico degli edifici e trasformando il tradizionale limite dell’involucro edilizio quale “dispersore di energia” in un vero e proprio impianto fotovoltaico ad alto rendimento.

Grazie alla sua particolare composizione, il sistema ProSol TF+ consente di catturare la massima parte della radiazione solare anche in condizioni di orientamento non ottimale o in presenza di luce diffusa, permettendo di aumentare notevolmente il livello di produttività energetica dell’immobile.

Le caratteristiche del modulo ProSol TF+, che può essere inserito come elemento di facciata o di copertura semitrasparente nell’involucro edilizio, fanno sì che si possa accedere a tariffe incentivanti molto vantaggiose. Il nuovo Conto Energia promuove infatti l’utilizzo di impianti fotovoltaici innovativi integrati,  che godono di incentivi maggiori dal 38% fino a oltre l’80% rispetto agli impianti tradizionali in copertura.

Oltre all’innovazione tecnologica, ciò che distingue le applicazioni Schüco nel panorama internazionale è la notevole qualità estetica delle soluzioni proposte, caratteristica ben rappresentata dal ProSol TF+ che  permette la progettazione di facciate completamente personalizzate.