• Articolo San Francisco, 3 agosto 2012
  • Solar3D: "il tempo delle due dimensioni è finito"

    Solare 3D, il primo prototipo è realtà

  • Da una società californiana l’innovativo prototipo tridimensionale di cella fotovoltaica, in grado di raggiungere un’efficienza del 25,47%

(Rinnovabili.it) – Il fotovoltaico a tre dimensioni ha finalmente il suo primo prototipo. La società californiana Solar3D ha annunciato la realizzazione della prima cella solare tridimensionale su scala reale, realizzata attraverso un processo di fabbricazione a basso costo di suo brevetto. Dopo anni di attenzione da parte della ricerca_alla tecnologia in questione, finalmente arrivano i primi risultati concreti e dimostrano fin da subito numeri eccezionali, nonostante si tratti ancora di una fase prototipale. L’efficienza di progettazione simulata è superiore al 25%, merito dell’ampio angolo di captazione della luce che caratterizza il design della cella. “Abbiamo trascorso gli ultimi mesi mettendo a punto la nostra metodologia di fabbricazione”, ha spiegato Changwan Son, Director of Technology alla Solar3D. “Ora, abbiamo messo questo processo alla prova e realizzato con successo una significativa area di precise nanostrutture fotovoltaiche a tre dimensioni sulla superficie di un wafer di silicio. E abbiamo compiuto questa operazione utilizzando apparecchiature già oggi disponibili in commercio”.

Le celle sono state progettate per ridurre in modo ottimale tutte le perdite primarie ed ottenere la massima efficienza di conversione. Il particolare design costituisce una sorta di trappola per i fotoni incidenti che rimbalzano all’interno della struttura fin quando non sono tutti convertiti in elettricità. Inoltre, a differenza dei tradizionali dispositivi solari dove i contatti elettrici si trovano sulla parte superiore della cella, bloccando in parte la luce, il progetto utilizza una rete di fili posti al di sotto dei collettori consentendo ad ogni unità di intrappolare e utilizzare quasi il 100% dei raggi incidenti.