• Articolo Roma, 14 maggio 2013
  • L'impianto è stato installato nello spazio messo a disposizione dall'Università Sapienza

    Solare: a Valle Giulia risplende un “Diamante” tecnologico

  • Roma Capitale ed Enel hanno inaugurato ieri l’innovativa centrale che consente di generare, accumulare e gestire l’energia solare

Solare: A Valle Giulia risplende un “Diamante” tecnologico(Rinnovabili.it) – Un diamante per impreziosire Vale Giulia. Anzi il Diamante. Perché la gemma inaugurata ieri a Roma si chiama proprio così: il Diamante. Dietro al  prezioso nome si cela il sistema energetico tecnologicamente avanzato, progettato dal centro ricerche dell’Enel, che consente di convertire l’energia solare in energia elettrica, di accumularla e renderla disponibile anche quando il sole non c’è.

L’impianto, installato nello spazio messo a disposizione dall’Università di Roma La Sapienza, è stato presentato al pubblico dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e dall’Amministratore delegato e Direttore generale di Enel, Fulvio Conti. Nuovo modo di concepire gli impianti produttivi, in armonia con l’ambiente in cui sono inseriti, il diamante è dotato di una struttura architettonica, a forma di cupola geodetica di Fuller, realizzata in vetro e acciaio. I 38 moduli fotovoltaici che ne rivestono la parte superiore stoccano l’energia prodotta in batterie agli ioni di litio. Queste, sfruttano un sistema di gestione ottimizzata dei flussi energetici al fine di garantire la fornitura elettrica 24 ore su 24 ad un impianto di illuminazione a LED. “Il sistema – spiega Enel in una nota stampa – consente la gestione dinamica dei flussi luminosi e la possibilità di impostare scene di luce direttamente dalla consolle”.