• Articolo Scandicci, 5 ottobre 2016
  • Il progetto per il green building sede di Arval

    Tetto solare firmato Energy Resources per la “Saetta Fotovoltaica” di Arval

  • Il progetto da 1 milione di euro prevede un impianto fotovoltaico da 173 kW, che contribuiscono all’autosufficienza energetica dell’edificio insieme all’impianto geotermico della potenza di 600 kWt

Tetto solare firmato Energy Resources per la “Saetta Fotovoltaica” di Arval

 

(Rinnovabili.it) – Un tetto solare da 173 kW di potenza per la sede di Arval, uno dei primi esempi di green building italiano a emissioni zero. L’azienda di proprietà del gruppo BNP Paribas, specializzata nel noleggio e gestione di flotte aziendali, rafforza la collaborazione con Energy Resources grazie ad un progetto dal valore complessivo di circa un milione di euro che unisce in perfetta sinergia fotovoltaico e geotermico. Il quartier generale del colosso francese, situato a Scandicci, in provincia di Firenze, è stato infatti concepito per essere una struttura autosufficiente a livello energetico.

Il  nuovo accordo tra Arval e Energy Resources prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 173 kW di potenza sul tetto dell’edificio. Il progetto del tetto solare è firmato dallo studio fiorentino Pierattelli Architetture e fortemente voluto da BNP Paribas per sottolineare l’impegno di Arval in progetti di responsabilità ambientale, la cui sede porta il nome di “Saetta Fotovoltaica”.

 

Il sodalizio tra Energy Resources e Arval viene rinnovato anche tramite l’acquisizione ufficiale, da parte di Arval, dell’impianto geotermico della potenza di 600 kWt. Realizzato nel 2012 con formula E.S.Co e caratterizzato da un’altissima efficienza d’esercizio, l’impianto garantirà il totale fabbisogno per la climatizzazione della “Saetta”. Utilizza la tecnologia innovativa “sonda a spirale”, brevettata da Energy Resources nel 2006 e con la quale sono stati fino ad oggi sviluppati circa 1.000 kWt di energia rinnovabile da fonte geotermica, sia per grandi strutture industriali sia in progetti di riqualificazione energetica di edilizia privata.

Inoltre, la Energy Resources fornirà al quartier generale di Arval a Scandicci anche un sistema per incentivare la mobilità sostenibile. Si tratta di un sistema green fleet composto da una pensilina fotovoltaica da 3 kW di potenza, una colonnina di ricarica e una Fiat 500 elettrica targata I’Moving srl, azienda del gruppo jesino specializzata nella produzione e trasformazione di veicoli elettrici ed ibridi.

Un Commento

  1. ritamir
    Posted ottobre 5, 2016 at 10:27 am

    Ottimo. Interessante l’offerta della pensilina+auto+colonnina di ricarica: credo che, commercializzata e propagandata in grande (con agevolazioni rateali e possibilità di vendere a terzi), sarebbe acquistata da molti risparmiatori e si verrebbe così a creare dal basso un’infrastruttura che dall’alto verrebbe a costare denaro pubblico e tempi biblici (e corruzione e mazzette….).

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *