• Articolo Washington , 30 novembre 2011
  • 300 MW fotovoltaici sui tetti

    Usa: 120mila tetti solari per gli alloggi militari

  • Dall’accordo tra SolarCity e la American Bank l’impegno da un miliardo di dollari per l’istallazione di 300 MW solari sui tetti degli alloggi militari

(Rinnovabili.it) – Anche gli alloggi militari diverranno presto un esempio di edilizia green. La trasformazione sarà possibile grazie all’accordo stretto tra la società che si occupa di impianti solari SolarCity e la Bank of America Merrill Lynch che hanno concordato un investimento da un miliardo di dollari a favore della realizzazione di progetti solari da localizzare sulle caserme.

Il progetto, denominato “SolarStrong,” si propone di istallare circa 300 megawatt di impianti solari in 120.000 unità abitative militari nell’arco dei prossimi cinque anni. Nel prospetto preliminare gli alloggi erano 160mila e il finanziamento iniziale ammontava a 275 milioni di dollari, il cui finanziamento sarebbe dovuto arrivare dal DOE statunitense. Il piano però venne scartato dal Dipartimento dell’Energia a causa del momento di crisi che stava colpendo l’industria solare statunitense. A causa della difficile situazione il DOE ha dichiarato di non poter finanziare il progetto entro il termine fissato al 30 settembre scorso, facendo decadere l’intesa poi finanziata dalla American Bank che ha visto nell’iniziativa un’importante opera per la diffusione delle rinnovabili in ambito militare, uno dei settori che in America ha più bisogno di energia. Grazie al progetto potrebbe quindi presto raddoppiare il numero dei tetti solari ad uso residenziale presenti negli Stati Uniti, con un vantaggio economico ed ambientale ben quantificabile. Inoltre si verranno a creare numerosi posti di lavoro, sia fissi che temporanei, necessari per l’istallazione e la successiva manutenzione degli impianti.