• Articolo Bari, 18 maggio 2012
  • Il MISE ha approvato i progetti

    Geotermia integrata: 6 mln di euro alle aree protette pugliesi

  • Un investimento importante con l’obiettivo di rendere sempre più sostenibili dal punto di vista energetico due dei maggiori Parchi Nazionali dell’Alta Murgia e del Gargano

(Rinnovabili.it) – Saranno realizzati all’interno delle aree protette Parco Nazionale dell’Alta Murgia e Parco Nazionale del Gargano, in Puglia, una serie di micro impianti geotermici di terza generazione. I progetti hanno ricevuto esito positivo nel corso di un incontro, tenutosi mercoledì 16 maggio, tra i tecnici dell’Assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero dell’Ambiente e quello per la Coesione Territoriale. Gli impianti, con un investimento pari a 6 milioni di euro, concessi dal MISE, verranno realizzati sugli edifici pubblici situati all’interno dei due parchi assicurando un impatto nullo sul territorio e nel totale rispetto delle norme di tutela di riferimento.

Entrambi i presidenti dei due Parchi, Cesare Veronico (Parco dell’Alta Murgia) e Stefano Pecorella (Parco del Gargano) hanno espresso piena soddisfazione in merito all’approvazione dei progetti. “Sono vivamente soddisfatto – ha dichiarato Pecorella- nell’apprendere che il Ministero e la Regione Puglia abbiano accolto con favore ed intendano finanziare un progetto di sviluppo della geotermia integrata che abbiamo già avuto modo di presentare nel programma di Aspettando Mediterre. Finalmente i Parchi Nazionali della Puglia dialogano su un tema così strategico come quello delle energie pulite, in maniera costruttiva con tutte le istituzioni”. Nella speranza che gli iter procedurali da parte delle strutture competenti possano avvenire in tempi ristretti, è ancora da definire l’inizio dei lavori.