• Articolo Apas Kiri, 1 giugno 2012
  • I primi 30 MW dal calore della terra malese

    Geotermia: la Malesia accoglie il primo impianto

  • Il Paese si prepara ad ospitare il suo primo impianto geotermico. Studiato per supportare la generazione nazionale di energia low carbon, la centrale verrà attivata nel 2015

(Rinnovabili.it) – Sarà Apas Kiri il primo sito energetico della Malesia che sfrutterà la fonte geotermica attraverso la realizzazione del progetto che punta alla costruzione di un impianto con una capacità di 30 MW. La centrale verrà costruita dalla società emergente Continental Energy Corporation, che sta concentrando le istallazioni nel sud-est asiatico. Oltre all’impegno delle ditte costruttrici in Malesia i progetti potranno proseguire anche grazie al supporto governativo, che sta finanziando l’espansione delle green energy attraverso appositi fondi finanziari.

Il sito Apas Kiri che si trova nella parte meridionale dello stato malese di Sabah, vicino alla città di Tawau, ospiterà il primo impianto geotermico del paese, destinato ad entrare in funzione nel 2015. La sovvenzione pubblica che sosterrà la costruzione dell’impianto, formalizzata la settimana scorsa attraverso la firma del Facilitation Funds Agreement (“FFA”), è un finanziamento a fondo perduto che verrà erogato dalla Banca di Sviluppo di proprietà del governo incaricata di supportare la crescita di nuove infrastrutture.

Alla fine della cerimonia per la sigla degli accordi il CEO della Continental Energy Corporation, Richard L. McAdoo, ha dichiarato “Questa donazione riafferma l’impegno forte e la ferma volontà che sia il governo della Malaysia sia il governo di Sabah stanno dimostrando nel risolvere carenze nella capacità di generazione elettrica nella regione utilizzando fonti energetiche rinnovabili. Questo tipo di incentivo fiscale è infatti essenziale per portare al successo qualsiasi progetto che sviluppi energia da fonti rinnovabili.