• Articolo Berlino, 14 novembre 2018
  • La Germania vuole un posto nel mercato delle batterie al litio

  • Il governo federale vuole sostenere la produzione di batterie per auto elettriche in Germania con fondi statali

mercato delle batterie al litio

 

La Germania si candida ad apripista del mercato europeo delle batterie al litio

(Rinnovabili.it) – La Germania fornirà un miliardo di euro di finanziamenti per la produzione nazionale di batterie al litio. L’annuncio arriva dal ministro dell’economia, Peter Altmaier, a margine di un incontro, a Berlino, con il commissario europeo per l’Energia Maros Sefcovic. Secondo quanto riferito dal politico tedesco, il governo federale è pronto a ritagliarsi uno spazio nel mercato internazionale delle batterie per auto elettriche, oggi a quasi completo appannaggio dell’Asia orientale. “Nei prossimi mesi ha spiegato Altmaier ai giornalisti – vogliamo creare le condizioni affinché le batterie vengano prodotte su vasta scala in Europa”.

La produzione dovrebbe avvenire il più rapidamente possibile“, ha aggiunto. “C’è un’enorme richiesta batterie a litio in questo momento”.

 

Lo sviluppo di un’industria efficiente nello storage mobile richiede il coinvolgimento di aziende private e secondo quanto rivelato da Altmaier alcune di loro sarebbero già ai blocchi di partenza o impegnate a realizzare impianti su scala ridotta in Europa. I primi consorzi potrebbero già formarsi a cavallo tra il 2018 e il 2019, sfruttando anche la rinnovata politica di sostegno comunitaria. Lo scorso anno, infatti, Bruxelles, ha lanciato l’Alleanza europea per le batterie, una sorta di strategia di collaborazione – modellata sull’esperienza Airbus – per mettere a sistema le potenzialità UE in materia di energy storage (leggi anche In costruzione le prime gigafactory europee).

 

L’obiettivo di Altmaier e della stessa Unione Europea è di portare circa un terzo della produzione globale di batterie a litio entro i confini del Vecchio Continente nel prossimo decennio. Molti stati federali hanno già segnalato interesse a ospitare le future gigafactory: il ministro ha citato la Renania settentrionale-Vestfalia, la Bassa Sassonia e Brandeburgo. È prevista anche una cooperazione transfrontaliera con Paesi come la Francia, la Polonia o l’Austria

“Secondo le previsioni disponibili – ha affermato il commissario Sefcovic – il mercato delle batterie in Europa potrebbe valere 250 miliardi di euro all’anno dal 2025 in poi” ma la portata e la rapidità degli investimenti necessari fanno capire che nessun attore industriale, o paese dell’UE, può farlo da solo”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *