• Articolo Tirana, 26 settembre 2012
  • I 23 GWh di elettricità prodotta compenseranno oltre 17.400 tonnellate di CO2

    Albania: 2 nuove centrali idroelettriche

  • Grazie al finanziamento di 5,2 milioni di euro stanziato dalla EBRD, saranno costruite due nuove centrali di piccole dimensioni e messe in sicurezza le dighe esistenti

(Rinnovabili.it) – Saranno due le centrali idroelettriche che grazie al sostegno della European Bank for Reconstruction and Development (EBRD) sorgeranno a breve in Albania e ne aumenteranno la produzione energetica interna. L’investimento di 5,2 milioni di euro, infatti, sarà impiegato non solo per riabilitare il settore idroelettrico albanese, ma anche per migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza delle dighe, azioni diventate ormai prioritarie per il Paese.

I due impianti, la cui capacità complessiva raggiungerà i 5 MW, saranno operativi a partire dal prossimo anno e, secondo le stime fatte, ogni anno i 23 GWh di elettricità prodotta riusciranno a compensare oltre 17.400 tonnellate di CO2. Come dichiarato dal Responsabile della EBRD albanese, Fabio Serri, si tratta di un progetto che, oltre a migliorare la sicurezza degli approvvigionamenti del Paese, rappresenterà un elemento chiave per lo sviluppo dell’economia locale. Da parte loro, anche i partner coinvolti (la EdilEurope e la Fidia Ambiente) vedono importanti risvolti nella messa a punto di simili iniziative. La regione dei Balcani, infatti, è vista come un sito strategico per attirare ulteriori investimenti nel settore delle rinnovabili, che siano sostenibili non solo dal punto di vista ambientale, ma anche da quello finanziario.