• Articolo Milano, 8 giugno 2012
  • UniCredit finanzia progetto idroelettrico da 26 mln di euro a Bolzano

  • Il gruppo creditizio supporta l’azienda alto atesina per il revamping di un impianto che produrrà 100 GWh annui

UniCredit Leasing ha finanziato Eisackwerk Rio Pusteria per la realizzazione della centrale idroelettrica di Rio Pusteria, in provincia di Bolzano. Il finanziamento consente alla società alto atesina, che si è aggiudicata la concessione per i prossimi 30 anni, di realizzare con un progetto altamente innovativo il revamping dell’impianto esistente, con un incremento della produzione annua di oltre il 20%.
Si tratta di uno dei più grandi interventi nel settore idroelettrico avviato negli ultimi decenni, in grado di produrre 100 GWh di energia pulita all’anno, quanto basta per soddisfare il consumo medio di oltre 36 mila famiglie.
Eisackwerk Rio Pusteria utilizza soluzioni tecniche di costruzione e di esercizio dell’impianto completamente innovative, che consentono ad esempio di installare condotte forzate verticali di oltre 430 metri di lunghezza all’interno della montagna, azzerando l’impatto ambientale e aumentando viceversa sia la sicurezza che la capacità produttiva dell’impianto.
Il finanziamento, dell’importo complessivo di 26 milioni di euro più IVA, copre l’intero costo di realizzazione dell’impianto, dall’acquisizione dei diritti di superficie e sul sottosuolo fino all’installazione degli impianti e alla realizzazione ex novo delle condotte. L’operazione finanziaria, che ha una durata di 18 anni oltre al periodo di pre-ammortamento, è stata resa possibile dalla collaborazione tra la filiale di Verona, il Centro di competenza per le energie rinnovabili di UniCredit Leasing e l’area corporate Nordest di UniCredit.
Tutti i lavori per la realizzazione dell’impianto, che saranno completati entro la fine dell’anno, sono stati assegnati a imprese locali, generando in questo modo un positivo effetto indotto sull’economia territoriale.