• Articolo Barcellona, 2 ottobre 2019
  • L’Innovation Summit Barcelona traccia la strada verso la sostenibilità

  • Si è aperta oggi a Barcellona la due giorni organizzata da Schneider Electric e dedicata a trend, sfide e opportunità per migliorare e digitalizzare l’economica. Oltre 3500 esperti presenti, con un occhio sempre fisso sulla transizione energetica sostenibile.

Innovation Summit Barcelona

 

 

(Rinnovabili.it) – Si è aperto questa mattina, nella capitale della Catalogna, l’Innovation Summit Barcelona, ultima tappa del tour mondiale ideato da Schneider Electric per discutere dei trend nel percorso di digitalizzazione economica. Da oggi a domani, un programma di conferenze d’alto livello affronterà sfide, opportunità e tecnologie innovative che stanno ridefinendo il futuro della gestione energetica, come l’IoT, l’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico, la blockchain o il 5G. Il tutto senza dimenticare le ultime istanze climatiche. Tra i tanti temi in programma, l’Innovation Summit Barcelona ha, infatti, riservato uno spazio speciale alla sostenibilità e al risparmio energetico, due dei principali pilastri dell’azienda (leggi anche Zero emissioni al 2025, l’obiettivo sfidante di Schneider Electric).

 

“Oggi stiamo vivendo un cambiamento profondo verso l’elettrificazione e la digitalizzazione, consentendo un nuovo paradigma nella sostenibilità”, ha affermato Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric. “Per la prima volta nella nostra storia, ognuno di noi può partecipare a un cambiamento nell’efficienza e alla rara opportunità di conciliare il paradosso tra progresso e futuro sostenibile per tutti”. Il gruppo industriale francese ha calcolato che il 50 per cento delle emissioni globali di CO2 potrebbe essere eliminato entro il 2040 se, accanto agli attuali sforzi di elettrificazione e decarbonizzazione, venissero implementate misure di risparmio energetico, abilitate digitalmente, in appena metà degli edifici esistenti. Ecco perché la multinazionale si è rivolta oggi direttamente alla comunità imprenditoriale e agli oltre 3.500 esperti presenti al Summit per chiedere un’accelerazione nel percorso di trasformazione. “Siamo pronti a lavorare con i nostri clienti e partner per sbloccare nuove opportunità”, ha aggiunto Tricoire.

 

 

La parte convegnistica è affiancata da un ricco spazio espositivo di 5.000 metri quadrati, l’Innovation Hub, in cui Schneider Electric e i suoi partner mostreranno applicazioni ed esperienze reali dei loro prodotti e soluzioni. Tra le novità fanno capolino anche gli ultimi sviluppi di EcoStruxure, l’architettura di sistema abilitata dall’IoT di Schneider Electric, pronta all’uso, aperta e interoperabile. Si tratta di una suite di strumenti e servizi in grado di aiutare gli utenti a implementare l’Internet delle Cose a livello di abitazioni, edifici, data center, infrastrutture e industrie. La piattaforma semplifica la raccolta di dati da dispositivi intelligenti attraverso protocolli di comunicazione standard. I dati vengono quindi analizzati localmente tramite Edge Control o in remoto nel cloud per fornire all’utente informazioni importanti per migliorare il proprio business. Sul palco spagnolo ha debuttato EcoStruxure Power 3.0, la terza generazione della piattaforma che sfrutta le nuove tecnologie digitali per offrire maggiore efficienza, affidabilità e sicurezza per la distribuzione di energia.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *