• Articolo Bruxelles, 26 settembre 2019
  • Nasce la piattaforma d’investimento per l’industria UE delle batterie

  • L’Alleanza europea delle batterie e EIT InnoEnergy lanciano la Business Investment Platform, strumento on line per mettere in contatto gli sviluppatori dei progetti e gli stakeholder finanziari

industria ue delle batterie

Credit: Basia Pawlik/ EC – Audiovisual Service

 

 Nuove radici finanziarie per la nascente industria UE delle batterie

(Rinnovabili.it) – L’embrionale industria UE delle batterie ha da oggi uno strumento in più per accelerare la sua maturazione. Parliamo della Piattaforma d’Investimento Aziendale (Business Investment Platform – BIP), strumento lanciato formalmente ieri a Bruxelles dall’Alleanza europea delle batterie e da EIT InnoEnergy, la società europea dedicata a promuovere l’innovazione, l’imprenditorialità e l’istruzione in campo energetico.

La piattaforma nasce con l’obiettivo di rafforzare la crescita della catena del valore europea nel settore dell’accumulo – attualmente ancora alle prime armi – collegando direttamente gli sviluppatori di nuovi progetti con i finanziatori. Strutturata per colmare il divario tra istituzioni finanziarie e imprese, nel concreto BIP ridurrà il tempo necessario per gli investimenti e il rischio associato per entrambe le parti, facilitando e istruendo le aziende da un lato, e migliorando la solidità dei casi di investimento in tutte le dimensioni richieste (tecnologia, squadra, catena di approvvigionamento, sostenibilità ambientale, ecc.) dall’altro.

 

La sua rete comprende la Commissione europea, gli Stati membri dell’UE, la Banca europea per gli investimenti e oltre 250 parti interessate nel settore dell’innovazione industriale e del mondo accademico. Al momento la piattaforma conta già 9 progetti e per un valore complessivo di 5 miliardi di euro.

 

“Sono sicuro che ciò contribuirà in modo decisivo ad accelerare la diffusione di soluzioni di successo commerciale (dal laboratorio al mercato), in tempi record”, ha commentato vicepresidente Maros Šefčovič in occasione del lancio della piattaforma. “Possiamo essere orgogliosi dell’atmosfera e dei risultati molto positivi e dinamici dell’Allenanza delle batterie”.

>>Leggi anche Verso le batterie del futuro, l’Italia risponde all’appello<<

 

“Il futuro è elettrico”, ha dichiarato Diego Pavia, CEO di EIT InnoEnergy. “Le batterie stanno rapidamente diventando la pietra angolare della transizione energetica e sono necessari 70 miliardi di euro di investimenti anticipati per soddisfare il picco della domanda europea entro il 2023”.

Tra le proposte in fase di negoziazione su BIP appare, ad esempio, il progetto di Freyr AS, che ha annunciato l’intenzione di costruire un impianto di produzione batterie da 32 GWh in Norvegia, combinato con lo sviluppo di un parco eolico onshore da 600 MW.

“C’è molto che possiamo raggiungere insieme nei prossimi cinque anni, a condizione di sostenere lo slancio”, ha proseguito Šefčovič. “Domani informerò gli Stati membri in seno al Consiglio della concorrenza sui progressi compiuti nell’Alleanza e sui ulteriori passi da compiere”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *