• Articolo La Paz, 25 gennaio 2013
  • Un programma del governo

    La Bolivia esporterà il surplus energetico

  • Costruire nuovi impianti, soddisfare la domanda nazionale ed esportare l’eccedenza prodotta. Questo il nuovo piano energetico annunciato dalla Bolivia

(Rinnovabili.it) – Il governo boliviano ribadisce quanto già annunciato durante lo scorso inverno: verrà aumentata la produzione di energia elettrica per garantire ampie quote di esportazione. Il programma prevede la vendita dell’energia prodotta grazie al funzionamento di impianti per un totale di 3 GW di potenza istallata che verranno messi in funzione entro il 2025. La proposta è stata approvata nel quadro dell’Agenda Bicentenaria Patriottica e sottoscritto dal Vice Ministro per lo Sviluppo energetico Franklin Molina.

 

Per portare avanti il progetto, ha specifcato il Vice Ministro Molina, bisogna prima aumentare la capacità di generazione per garantire alla popolazione tutta l’elettricità di cui ha bisogno, solo in seguito si penserà ad istallare nuovi impianti destinati a generare il surplus necessario all’esportazione.

Attualmente la Bolivia garantisce al paese il 71% dell’energia di cui ha bisogno, per questo il governo sta pensando di procedere alla costruzione di centrali idroelettriche e termoelettriche da affiancare ad impianti eolici per aumentare la quota di energia prodotta dalla nazione.

Attualmente, il governo boliviano ha programmato almeno cinque progetti per aggiungere circa 6 GW entro il 2025.