• Articolo Parigi, 22 gennaio 2013
  • Eolico e trasporti elettrici, unitamente all’abbandono del carbone, i 3 settori chiave

    La IEA pubblica il Nordic Energy Technology Perspectives

  • Nella prima edizione regionale del celebre rapporto dell’agenzia si spiega in che modo i cinque Paesi della regione nordica possano diventare carbon neutral al 2050

(Rinnovabili.it) – Attraverso grandi cambiamenti nel settore energetico, i Paesi del Nord possono diventare carbon neutral entro il 2050. Ad affermarlo è il Nordic Energy Technology Perspectives, la prima edizione regionale dell’ormai noto rapporto della International Energy Agency, nel quale si spiega come Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia possono trasformare il loro paesaggio e la loro economia aumentando la produzione di energia eolica, abbandonando il carbone e puntando su una massiccia elettrificazione dei trasporti. Redatto dall’Agenzia, con la collaborazione degli istituti di ricerca di tutti e cinque i Paesi interessati dallo studio, il rapporto sostiene che nel breve periodo la riduzione delle emissioni proverrà soprattutto dall’aumento dell’efficienza energetica, ma che nel lungo periodo sarà necessario definire nuovi incentivi, consolidare le politiche attuali e promuovere soluzioni innovative, come i sistemi di cattura e lo stoccaggio di CO2.

 

Secondo le stime presentate, la decarbonizzazione totale della produzione di energia elettrica entro il 2050 avverrà attraverso l’aumento del 25% della generazione di energia eolica, la crescita delle rinnovabili (che attualmente coprono l’80% della produzione totale), la riduzione del 90% delle emissioni provenienti dal settore dei trasporti, la riduzione del fabbisogno energetico del settore industriale e la costruzione di edifici sempre più efficienti (oggi responsabili per un quinto delle emissioni complessive della regione).